This is football

Curiosità, stranezze, cose incredibili del o dall’altro mondo. Torna la rubrica con i fatti più curiosi della settimana, le ultime parole famose di personaggi del mondo del calcio e la scoperta di chi fine ha fatto qualche giocatore, meteora o no, passata da Siena.

SVEZIA – Sfruttamento sessuale di minori. L'accusa per Miiko Albornoz è pesantissima. Il giocatore del Malmoe, nazionale Under 21 avvicinato l'estate scorsa nel mercato a diverse squadre italiane, avrebbe abusato di una ragazza di 14 anni, trovata su facebook. Il club lo ha immediatamente sospeso dalle attività con un comunicato sul sito ufficiale. Albornoz, 22 anni, ha ammesso il rapporto con la ragazza aggiungendo che non si immaginava che fosse minorenne.

BRASILE–  Per accogliere al meglio i turisti in arrivo ai Mondiali di calcio del 2014 in Brasile, le prostitute di Belo Horizonte – una delle città sede della prossima Coppa –riceveranno lezioni di inglese gratis. "Vogliamo insegnare alcune parole basiche ma anche alcuni vocaboli usati nell'ora del sesso. Al giorno d'oggi in qualsiasi professione bisogna conoscere l'inglese" ha spiegato la presidente dell'Associazione prostitute di Minas Gerais. Finora, circa 20 prostitute si sono già iscritte. Ma l'aspettativa è che almeno 300 delle 4.000 aderenti all'associazione frequentino le lezioni di inglese gratuite. L'idea è che il corso duri tra sei e otto mesi e che le prime classi partano all'inizio di marzo. L'associazione ha in mente di organizzare lezioni anche di francese e italiano.

MOURINHO – Altro che impegni di lavoro. Mourinho ha mentito sulla sua assenza alla cerimonia di premiazione per il Pallone d'oro. ”Non vado perché non ho tempo: devo lavorare in vista della partita di Coppa del Re di mercoledì”, aveva dichiarato lo Special One. E invece As lo ha pizzicato mentre era a vedere la squadra di suo figlio, impegnata nel quartiere madrileno di Hortaleza.

SPAGNA – Se Messi ha trionfato per quarta volta e ha vinto il Pallone d’oro, un altro premio lo ha vinto Evangelina Anderson,  incoronata "Balon rosa de oro 2012". Schiacciante la vittoria della stupenda Evangelina Anderson nel titolo "Balon rosa de oro 2012". E' stata eletta dai lettori sul sito del quotidiano sportivo catalano Sport. La formosa modella, ormai ex di Martin Demichelis, centrale del Malaga, dal quale aspetta anche un figlio, ha stravinto col 57% dei voti.

OMAN – Un cameraman dai piedi d'oro. Lo sconosciuto fuoriclasse lo ha dimostrato in occasione della Sultan Qaboos Cup,in Oman, nel match tra Salalah e Sur.La palla esce dal campo e il cameraman, con assoluta naturalezza e con un'incredibile precisione, colpisce al volo la palla di tacco e la rispedisce all'interno del terreno di gioco nelle mani del giocatore addetto alla rimessa laterale. Guardare per credere: http://www.youtube.com/watch?v=v9gGoj7UhcE

INGHILTERRA –  "Pago io, ma non voglio perdere i giocatori che sono qui in prestito". Paolo Di Canio ci sta mettendo molto del suo per far crescere lo Swindon Town, club che ha raccolto in quarta divisione e con cui ora punta dritto alla seconda serie. E ora pare intenzionato a farlo anche economicamente. "Il presidente sir William Patey mi ha comunicato di non avere fondi a disposizione per il mercato di gennaio. Io, però, non voglio che John Bostock torni al Tottenham, né che Danny Hollands se lo riprenda il Charlton o che Chris Martin debba rientrare al Norwich. Pur di riscattare questi ragazzi dal prestito, ci metto 30mila sterline delle mie".

LE ULTIME PAROLE FAMOSE"Siamo una coppia felice e serena. La distanza Milano-San Paolo non ci spaventa. ''Società' e giocatore hanno raggiunto un accordo che soddisfa entrambe le parti e la trattativa si e' chiusa. Io ho sempre anteposto l'interesse del club a quello privato e per questo mi sono tenuta totalmente fuori dalla trattativa”. (Barbara Berlusconi)

CHE FINE HANNO FATTO?  – Una promessa del calcio italiano, un giocatore che sembrava destinato a diventare uno dei più forti centravanti nel panorama nazionale.  A fermalo i tanti infortuni, troppi per un talento che forse mertiava altra sorte. Parliamo di Nicola Ventola, che arrivò a bianconero alla fine del mercato dell’estate del 2003, quella del primo anno in A. Una stagione con 28 presenze e 4 reti, ma soprattutto in molti lo ricordano per i tanti rigori presi. Dopo Siena va al Crystal Palace, dove è vittima di un grave infortunio al ginocchio che gli fa perdere tutta la stagione. Ventola prova così a ripartire nuovamente dal nerazzurro di Bergamo e dall'Atalanta con cui in due anni raccoglie 21 reti in 64 presenze. Nel 2007 arriva a Torino e dopo 35 presenze, 6 gol e una retrocessione il suo contratto non viene rinnovato. Rimane svincolato e nel novembre del 2009 decide di ripartire dalla C e dal Novara, dove contribuisce alla promozione in B. Nel gennaio del 2011, con il Novara in B Ventola si fa nuovamente male, in modo serio e decide, dopo 17 anni di professionismo, di abbandonare il calcio a 33 anni. In seguito verrà coinvolto nello scandalo del calcio scommesse e Palazzi richiede per lui la squalifica di 3 anni e 6 mesi, confermata in appello. Chiuso col calcio ventola si diletta con un altro gioco, il Poker Texas Hold’em.

Fonte: Fedelissimo Online