This is football

Curiosità, stranezze, cose incredibili del o dall’altro mondo. Torna la rubrica con i fatti più curiosi della settimana, le ultime parole famose di personaggi del mondo del calcio e la scoperta di chi fine ha fatto qualche giocatore, meteora o no, passata da Siena.

GERMANIA –  L'ex nazionale tedesco nato in Uganda Savio Nsereko (23 anni, ex Monaco 1860, Brescia, West Ham, Fiorentina) è stato arrestato a Pattaya in Thailandia con l'accusa di aver simulato il proprio rapimento. È l'ultimo atto del declino verticale di quello che era considerato un chiaro talento ed era stato pagato 10 milioni nel 2009 quando passò al West Ham dove però deluse.

GIAPPONE – La città di Katsuhika in Giappone renderà omaggio a Youchi Takahashi, creatore di Holly e Benji, con una statua di bronzo raffigurante il protagonista del cartone animato che ha spopolato negli anni 80 e 90, Oliver Hutton.

INGHILTERRA – André Villas Boas ha avvertito i giocatori del Tottenham che dovranno pagarsi da soli le magliette che tirano ai tifosi per festeggiare.

SPAGNA – Un tassista ha denunciato Martin Montoya, 21 anni, del Barcellona per furto del portafoglio. I fatti risalirebbero al 17 ottobre quando Montoya è salito sul taxi, mentre era in ritiro con l’Under 21, e avrebbe rubato il portafoglio approfittando di un’assenza momentanea del tassista. Il procuratore di Montoya smentisce tutto.

OLANDA –  Il 10 giugno l’Amsterdam musulmana festeggiava la promozione dello Chabab in serie C: 250 spettatori di media, 3.400 euro a bilancio, il piccolo club fondato da immigrati marocchini diventava la terza forza della capitale dopo Ajax e AFC. Oggi la favola è finita, dopo l’arresto del finanziatore per traffico di droga, i cui proventi venivano poi ripuliti investendo nello Chabab attraverso la Walima Catering, sponsor del club.

GUATEMALA –  La Fifa ha ratificatola squalifica a vita di tre giocatori del Guatemala. Guillermo Ramirez, Yony Flores e Gustavo Cabrera, per aver preso parte a tre combine: la prima in una partita della Champions Concacaf (Santos-Municipal 6-1 del 19-10-10), le altre 2 in impegni della nazionale, Guatemala-Venezuela (0-2) dell’1-6-11 e Costa Rica- Guatemala (3-2) del 25-5-12.

URUGUAY –  Montevideo Wanderers contro Juventud de Las Piedras in Primera Division, la Serie A uruguaiana. E finita 3-3 e i Wanderers nel finale hanno chiesto un rigore: da quella polemica dopo il fischio finale e nata una maxi-rissa con pugni e calci, con l’arbitro Leodan Gonzalez che ha mostrato il rosso a 16 calciatori, otto per squadra. E un diciassettesimo, Diego De Souza dei Wanderers, era stato espulso durante la gara.

NORVEGIA – Un 12° giocatore in campo se si perde 4-0. Questa la bizzarra proposta della federazione norvegeseper rendere più equilibrate le partite: se una squadra è sotto di quattro gol, può far entrare in campo un altro calciatore, giocando così in 12. Insomma, un modo per evitare le partite noiose, in cui una squadra nettamente superiore all’altra vince con uno scarto larghissimo.

UCRAINA – Andriy Shevchenko comincia con una batosta elettorale la propria carriera politica. L'ex attaccante del Milan si è candidato nel suo paese col movimento Avanti Ucraina, però gli exit poll delle elezioni legislative lo vogliono fermo solo all'1,6% delle preferenze, ben lontano dalla soglia del 5%, nonostante abbiamo investito nella campagna elettorale addirittura un milione di euro. 

IRLANDA – "Il risultato è ingiusto", e quindi Catania batte Juventus 1-0. Nessun errore, proprio così. Almeno secondo Paddy Power, bookmaker irlandese che ha deciso di applicare il “justice Payout”e di pagare come vincenti tutte le scommesse relative alla partita del Massimino.«Certe volte un risultato è talmente ingiusto che, semplicemente, è giusto rimborsare», è il messaggio che il bookmaker irlandese ha deciso di lanciare.

GERMANIA – Dal calcio al porno. È questa la storia di Eva Roob, 27enne ex calciatrice. Dopo una carriera di una decina di anni nella b tedesca, a causa dei bassi stipendi è costretta a trovarsi un altro lavoro.  Prima diventa  impiegata della Faber-Castell,poi nel 2008, il mondo del porno. Diventa così Samira Summer, e Intervistata dice: «Il pallone non mi dava da vivere, il porno sì" e in fondo si tratta solo di tifosi diversi, ma ugualmente appassionati».

LE ULTIME PAROLE FAMOSE – “Pulvirenti avrebbe dovuto chiudere Rizzoli nello spogliatoio? Viste le cose, penso proprio di sì. E' un caso più unico che raro. Siamo in tanti a non capire più niente, ma con più arbitri c'è più confusione perché ognuno recita una parte che non dovrebbe. Malafede? No, solo errori”. (Luciano Moggi)

CHE FINE HANNO FATTO? – Mercato di gennaio del 2010, con il Siena in fondo alla classifica si decise di puntare su un centrocampista greco tutto forza e grinta: Alexandros Tziolis. Con un passato al Werder Brema e in nazionale greca, al Siena gioca 13 partite, ma non riesce nell’impresa di evitare la retrocessione. Non gradito a Conte, ad agosto sempre del 2010 si trasferisce in Spagna, al Racing Santander, dove viene fermato dagli infortuni. A fine stagione gli spagnoli non esercitano il diritto di riscatta e Tziolis torna a Siena. Perinetti decide però di rivolere il contratto e di lasciare libero il giocatore, che torna in Spagna, sempre al Racing. Nuovo trasferimento nel febbraio del 2012, con Tziolis che va a giocare nel Monaca, serie B francese. A fine stagione il club francese decide di cederlo e accetta l’offerta dei ciprioti dell’Apeol Nicosia, squadra arrivata ai quarti di Champions la passata stagione e attuale club di Tziolis.

Fonte: Fedelissimo Online