This is football

Curiosità, stranezze, cose incredibili del o dall’altro mondo. Torna la rubrica con i fatti più curiosi della settimana, le ultime parole famose di personaggi del mondo del calcio e la scoperta di chi fine ha fatto qualche giocatore, meteora o no, passata da Siena.

RUSSIA – La Dinamo Mosca  si trova al terzultimo posto nel campionato russo e i suoi tifosi hanno inscenato una contestazione particolarmente intimidatoria. Gli ultras moscoviti si sono presentati al campo d'allenamento camuffati e con fucili paintball,colpendo i giocatori dagli spalti con pallottole di vernice. La protesta è stata accompagnata da un volantino di minacce: «Non supporteremo più questi perdenti».

FRANCIA – Cambiano campionato e nazione, ma Joey Barton resta sempre uguale. Il centrocampista del QPR, in prestito al Marsiglia, già noto per il suo carattere irrequieto se l'è presa con Niangbo dell'Istres, atterrandolo in stile judo durante quella che pure era un'amichevole. Laconico a fine però il tecnico Elie Baup, che ha difeso Barton: «Per lui non esistono amichevoli».

BOLIVIA – Carlos Arias, portiere dei boliviani dell’Oriente Petroleo, ha parato 3 volte un rigore nel pareggio con l’Universitario. Al 70’ penalty per i padroni di casa, batte Rios e Arias si oppone, ma l’arbitro fa ripetere perché il portiere si è mosso. Rios cambia direzione, ma Arias respinge di nuovo. Per l’arbitro, però, il portiere ha commesso la stessa infrazione e tra le proteste fa ripetere ancora. Stavolta Rios lascia a Escalante: cambia il rigorista, ma non il risultato con Arias che concede il tris

AFGHANISTAN – Il Toofan Harirod è campione nazionale, dopo aver battuto il Simorgh Alburz per 2-1 nella finale disputata a Kabul. La cosa curiosa sta nel fatto che il campionato era un torneo ad 8 squadre disputato nell’arco di un mese, ma soprattutto che è stato creato grazie a un talent show televisivo che ha reclutato i calciatori in diverse regioni del Paese.

SUDAMERICA – Trentasei (36!) giocatori sono stati espulsi domenica durante un match giovanile (Farina contro Libertad) in Paraguay. La decisione, che ha riguardato i 22 in campo e i 14 panchinari, è stata presa dall’arbitro Nestor Guillen per frenare una rissa nata dall’espulsione dei primi due giovani calciatori. In Messico, invece, tra Tecos e Dorados (Serie B), i cartellini rossi sono stati 9 alla fine. La partita si è chiusa in 7 contro 7 e con un giocatore in ospedale per la frattura del setto nasale.

OMOLADE – Il 29enne Oluwashegun Akeem Omolade, ex Treviso balzato agli onori della cronaca nel 2001 per i cori razzisti a lui rivolti dai propri tifosi, attualmente al Ribera, e Cristian Choarlibe Okolie, che gioca nel Monreale (campionato Eccellenza), sono stati arrestati dopo una rissa a Palermo durante un ricevimento nuziale. È successo che due gruppi di invitati al banchetto di nozze si sono affrontati in una rissa e la lite si è conclusa solo dopo l’arrivo dei Carabinieri

COPPA LIBERTADORES – In Cerro Porteno-Colon è successo praticamente di tutto, sia sugli spalti che in campo.  Scontri si sono verificati prima tra le forze dell'ordine e i tifosi argentini. Poi sono stati gli stessi giocatori del Colon a scagliarsi contro gli agenti per difendere amici e familiari e verso cui i poliziotti avrebbero sparato proiettili di gomma. L'arbitro uruguaiano Darío Ubriaco, al 76', ha sospeso la partita e quando il gioco è ripreso, diciotto minuti dopo, ha espulso il portiere Diego Pozo e il difensore Maximiliano Caire accusati di aver aggredito alcuni agenti.

INGHILTERRA – Al 32' del secondo tempo il Leeds United trova il pareggio contro lo Sheffield Wednesday (Seconda Divisione Inglese), e all'improvviso boom: un tifoso, dopo aver eluso il controllo degli steward va a deridere il portiere Chris Kirkland che ha appena preso gol e gli rifila un montante. Pronte sono arrivate a fine gara le scuse del Leeds che ha offerto la propria collaborazione per identificare il protagonista della scazzottata.

GERRARD Da perno fondamentale del Liverpool ad agente segreto al servizio di Sua Maestà. Che sia dunque questo il destino di Steven Gerrard? A sentire le parole dell'attuale James Bond, l'attore Daniel Craig, il centrocampista dei Reds avrebbe tutte le carte in regola per cimentarsi con la storica serie cinematografica.

LE ULTIME PAROLE FAMOSE – “Sono contento di quanto ha fatto la squadra, abbiamo imposto il gioco soprattutto nel secondo tempo. Il Napoli – le sue parole a Radio Marte – è stata l'unica squadra ad avere un possesso palla più alto della Juve in casa loro. Prima del gol comandavamo la partita”. (Walter Mazzarri)

CHE FINE HANNO FATTO? – Nell’estate della retrocessione in B arriva a Siena un folletto che di ruolo fa l’esterno e che sembra essere l’ideale per il gioco di Conte. Pedro Kamata arriva da Bari, dopo alcune stagioni in Francia e tre stagioni al Legnano. A Siena gioca solo 13 gare e si ricorda più pe ri numerosi problemi fisici e la stravagante acconciatura che non per le devastanti accelerazioni. Nel giugno del 2011 il suo contratto viene rescisso e dopo pochi mesi firma un contratto con l’Yzeure, (Chiampionnat Française Amateur, la nostra Lega Pro Seconda Divisione). A fine anno nuovo trasferimento e approdo al Moulins, stessa categoria. Adesso Kamata continua a giocare qui, come dichiarato da lui per “una scelta di vita, l’ho fatto per la famiglia, per mia moglie e per i miei tre bellissimi bambini. Io sono cresciuto proprio qui a Moulins e qui ho tutta la mia vita. Per me la carriera viene dopo i miei affetti”.

Fonte: Fedelissimo Online