This is Brazil 2014

Curiosità, stranezze, cose incredibili del o dall’altro mondo. Torna la rubrica con i fatti più curiosi della settimana e le ultime parole famose di personaggi del mondo del calcio.

CILE – «Se il Cile batte la Spagna farò 16 ore di sesso con i miei follower di Twitter» Parola di Marlen Doll, attrice porno cilena. E la promessa, dopo il 2-0 del Cile, è stata mantenuta, almeno a leggere in cinguettii, decisamente "hot" postati sul suo profilo Twitter (@marlen_doll). Ma non era la prima volta: l'attrice aveva già avuto 12 ore di sesso con i suoi follower dopo il trionfo del suo paese sull'Australia, come testimoniato da alcune foto degli uomini che hanno “goduto” della sua offerta, alcuni dei quali hanno coperto il viso per non essere riconosciuti. E dopo le prime due gare ha già rilanciato: se Vidal e compagni dovessero riuscire a vincere la Coppa del Mondo, una settimana bollente per tutto il Cile…

FALSI INVALIDI – Prima un tifoso del Brasile e due giorni dopo uno dell'albiceleste. Fanno discutere i casi di due falsi invalidi visti sulle tribune del mondiale brasiliano. Partendo dal match della seleçao, una tifosa brasiliana era immortalata mentre saltava durante il match della contro il Messico davanti alla sedia a rotelle nel posto riservato ai disabili. Nella gara invece dell’Argentina, un tifoso di Messi e compagni è stato pizzicato in piedi davanti alla sua sedia a rotelle nel corso della gara dell'albiceleste con l'Iran. “Faremo in modo di impedire a queste persone di tornare allo stadio. Chi compra biglietti riservati agli invalidi, deve dimostrare con un certificato che ha il diritti di occupare questi posti” ha dichiarato la Fifa.

TIFOSI – "Questa potrebbe essere l'ultima ma sono davvero entusiasta di poterla vedere in Brasile, alla Mecca del calcio", ha dichiarato l'81enne Pannalal Chatterjee che insieme alla moglie Chaitali, di 72 anni, è partito alla volta del Sudamerica per la nona Coppa del mondo consecutiva. Senza figli e con una pensione di appena 100 euro al mese in due, i Chatterjee risparmiano per quattro anni per permettersi la trasferta ai mondiali. Stavolta hanno ricevuto un aiuto dalla Fifa che gli paga l'albergo e da una tv brasiliana che gli ha procurato i biglietti. I due, originari di Kolkata (la ex Calcutta), si erano innamorati dei mondiali di calcio nel 1982 in Spagna e fu allora che decisero di non perdersi neppure un'edizione.

BRASILE – Uno scoop, con il CT del Brasile che parla in esclusiva al giornalista. Questo credeva di aver fatto uno dei più noti giornalisti televisivi del Brasile, Mario Sergio Conti, il quale, sul volo Rio-San Paolo, credeva di aver riconosciuto Felipão Scolari e aveva provveduto ad intervistarlo. Ma quello non era il Ct brasiliano, ma bensì Vladimir Palomo, noto in Brasile come il sosia dell’allenatore, il quale (convinto che il giornalista si fosse reso conto di chi aveva davanti) a fine  intervista ha dato il suo biglietto da visita al giornalista. Ma Conti ha pensato che fosse uno scherzo e ha chiuso il pezzo scrivendo: “Che uomo di spirito, nel congedarsi mi ha dato il biglietto da visita di un suo sosia”.

GUARDALINEEJoe Fletcher, un assistente arbitrale che è sceso in campo durante la partita tra Spagna e Cile di è reso protagonista di un gesto divertente nel tunnel dello stadio Maracana prima della partita. Quello che sembrerebbe essere un responsabile FIFA fa un giro di strette di mano con le persone presenti, ma snobba Fletcher, che ci scherza su, fingendo di passarsi la mano tra i capelli (è calvo). Iker Casillas, che si trovava di fianco all’assistente di gara canadese, gli ha dato una pacca sulla spalla di incoraggiamento, poi il presunto uomo della FIFA è tornato sui suoi passi per stringere la mano a Fletcher. GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=HLcoXVue1Qg

ARGENTINAGrondona contro Maradona. Di nuovo, dopo Sudafrica 2010. Il motivo? Una frase del primo che dopo la vittoria sull’Iran dell’Argentina aveva detto: “Maradona? Se n’è andato e Messi ha fatto gol”. Tradotto: El Pibe de oro porta sfiga. Diego Armando Maradona non ha però perso tempi e ha risposto al presidente dell’Afa: "Ho sentito dire che secondo qualcuno il gol di Messi è arrivato perché me ne sono andato", ha esordito Maradona dagli studi di Telesur. "Beh, a questa persona posso solo dire che è un povero stupido. Il gol e la vittoria sono esclusivamente merito di Messi", ha continuato il "Diez" mostrando il dito medio alle telecamere. Subito dopo, l’affondo finale. "A Grondona dico solo che tutto quello che ho me lo sono guadagnato lavorando duramente. Quello che ha lui, invece, viene dalla Fifa". GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=ckKurSVrgzo

COSTA D’AVORIOPer qualche ora le lacrime di Serey Die, avevano commosso molti. Il centrocampista della Costa d’Avorio era stato infatti scoppiato a piangere durante l’inno nazionale e si era diffusa la voce che tutto ciò fosse per la morte del padre. Ma in realtà si è trattato di una bufala, come spiegato dal calciatore: "Volevo dirvi che è falso quello che dicono. Mio padre è deceduto nel 2004. Le lacrime le ho versate per il mio paese di cui vado fiero, così come sono fiero di essere ivoriano". GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=jngE5efHO1Q

ITALIAImbarazzante siparietto durante “Notti Mondial”, il programma della Rai dedicato al mondiale.  Alla fine del collegamento da Rio de Janeiro dove Eugenio De Paoli aveva appena finito di intervistare Paolo Bonolis, Mazzocchi chiede scherzosamente al conduttore di "farsi dare una toccatina". Bonolis rimane basito, in studio si percepisce evidente disagio, ma alla fine il noto conduttore si arrende e per togliere dall'imbarazzo si dice disponibile a sottoporsi al “rito” portafortuna, cui De Paoli però non cede. La scenetta ha provocato l’imbarazzo dei preseti, ma Mazzocchi a fine trasmissione ha spiegato che “Lo sanno tutti che il popò di Bonolis porta bene. Purtroppo in studio non hanno capito la battuta. Richiami dai vertici Rai? In Brasile i cellulari non prendono". GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=m6-6El2yRNo

GHANA – Sulley Muntari ha chiesto un permesso speciale all’allenatore del Ghana, Kwesi Appiah, per realizzare un suo desiderio: aiutare i più bisognosi nei quartieri poveri del Brasile. Così il centrocampista del Milan ha potuto fare un giro per la favela di Maceió e, con una mazzetta di soldi in mano, ha distribuito banconote alle persone che si avvicinavano come piccolo gesto di beneficenza. GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=KF_Z-P1gvQk

CINAL'euforia Mondiale può esaltare, e nei casi più estremi risultare anche fatale. Ed è proprio la passione per il calcio l'elemento alla base della tragedia avvenuta nella città cinese di Suzhou, dove un giovane di 25 anni è deceduto dopo aver trascorso diverse notti davanti al televisore con l'obiettivo di non perdersi neanche una partita del Mondiale brasiliano. La causa del decesso è ancora ignota: probabilmente a risultare fatale è stato un attacco di cuore dovuto alla prolungata assenza di sonno. In Cina infatti, per via del fuso orario, le partite vanno in onda dalla mezzanotte alle 6, impedendo, a chi le volesse guardare tutte in diretta, di dormire per tutta la notte.

LE ULTIME PAROLE FAMOSE – “Se continuiamo a giocare così credo che potremo arrivare in finale. Dobbiamo continuare a lavorare e dimostrare che siamo una squadra che vuole realizzare grandi cose. Sento di far parte della miglior generazione di sempre nella storia del calcio cileno” (Arturo Vidal, centrocampista del Cile)

Fonte: Fedelissimo Online