Tesser promuove il Novara e sfida il Siena: “Battiamoli”

Lasciamo stare la collezione autunno-inverno: collezione di punti, nel caso del Novara, che in quei mesi aveva insediato la squadra di Tesser stabilmente in testa al campionato di serie B e che l’aveva portata, a inizio dicembre, a un bel +6 nei confronti dell’ambizioso Siena. Lasciamo stare quell’epoca, appunto, ma almeno teniamo conto dell’inizio di marzo, quando toscani e novaresi si fronteggiavano a pari punti ai vertici della classifica. Come dire che solo poche settimane fa Novara-Siena sarebbe stato uno scontro diretto per la promozione dalla porta principale, senza passare dai playoff. Oggi, per contro,il Novara arranca a caccia della certezza degli spareggi, a 12 punti dalla squadra di Antonio Conte, il cui unico problema invece non è più "se" sarà promossa direttamente, ma solo "quando". Insomma, Novara e Siena profaneranno la sacralità del pranzo domenicale piemontese (l’appuntamento è al Piola per le 12.30) e del 1° maggio per affrontarsi con obiettivi molto diversi, e sono in molti in Piemonte a chiedersi cosa è cambiato e perché.
Ma c’è chi si smarca da questi interrogativi: primo fra tutti, Attilio Tesser, allenatore del Novara. "Noi siamo ancora in una gran bella situazione – ribatte con orgoglio -. Non dimentichiamo che siamo una neo promossa, e che l’obiettivo in partenza era la salvezza. Lo abbiamo raggiunto, e ora puntiamo ai playoff, che sono lì a pochi punti. Altri traguardi, io non li ho mai fissati. Dopodiché non mi nascondo, stiamo facendo meno bene rispetto al girone di andata, ma i fattori che incidono sono tanti, è un’analisi che stiamo facendo: chissà, forse abbiamo fatto troppo prima…. La nostra resta però una stagione straordinaria rispetto alle aspettative iniziali".
Tesser esclude anche che le vicende del mercato di gennaio, a cominciare dall’accordo col Palermo per il passaggio di Gonzalez in rosanero a giugno, abbiano incrinato l’armonia dell’ambiente: "Questo è un gruppo di amici veri, come raramente accade in una squadra di calcio", ribatte. Ma poi ammette di non escludere "che qualche singolo abbia risentito di questa situazione, ma solo per un breve period
Ora qualcuno vede in questo Novara primaverile al piccolo trotto l’intento di risparmiarsi in vista proprio dei playoff, per arrivarci al meglio possibile sul piano della condizione. Nuovamente, però, Tesser non ci sta: "Io punto alla certezza matematica degli spareggi il più presto possibile – ribatte – e quindi è importante fare il massimo dei punti in palio in queste ultime 5 giornate". Un obiettivo che il tecnico dei novaresi vede anche nella testa del suo collega Conte: "Non credo che il Siena domenica si limiterà a gestire la sua posizione in classifica – avverte -. Loro hanno una mentalità simile alla nostra, giocano per vincere. Un’opportunità per le nostre ripartenze? Può darsi, ma i nostri avversari sono attrezzati per cercarle quanto noi, anzi di più". (Pier Luigi Todisco)
Fonte: La Gazzetta