Tesser prepara la sfida con il Siena: “Abbiamo bisogno di punti, dobbiamo dimostrarlo sul campo.”

Domenica si va a casa di Sannino, alla ricerca di punti salvezza contro un Siena in forma. Rosa del Novara al completo: “Fortunatamente ho tutti a disposizione tranne Marianini (calcificazione tibiale, ndr) e Ludi, per il resto tutti abili e arruolabili. Ho convocato tutta la rosa, è il momento di stare uniti, questo vuol dire fare gruppo.”
I toscani stanno attraversando un periodo eccezionale ed arrivano da tre vittorie consecutive: “Una partita difficile come tutte. Il Siena è un ottima squadra, sono in un ottimo momento ma hanno una grande intelaiatura. Ma, come sempre, noi dobbiamo pensare a noi, a fare la nostra partita sotto tutti gli aspetti. Dobbiamo continuare a coltivare qualcosa di estremamente importante per noi. Nel calcio dei tre punti con un filotto positivo cambia tutto. Dobbiamo avere la speranza e la fiducia di poterlo fare.”
Sulla panchina avversaria siede Sannino, ma anche Pablo Gonzalez recuperato ma difficilmente pronto per partire subito: “Rispetto al Varese di Sannino questo Siena ha meno intensità, ma ha più qualità. L’assetto tattico più o meno è invariato. Non credo che Gonzalez possa partire dall’inizio, penso partiranno Bogdani e destro con Giorgi e Brienza sugli esterni. Io penso che loro siano anche più tranquilli per la salvezza. Noi abbiamo bisogno di punti, dobbiamo dimostrarlo sul campo.”
Chi invece dovrebbe iniziare dal primo minuto è Giorgi: “In Luigi avevamo individuato uno dei giovani più interessanti della B. A Siena gioca nel suo ruolo principale ed ha trovato più continuità, ma anche i mesi qua gli sono serviti per migliorare: rimane un ottimo giocatore. Io penso che loro siano anche più tranquilli per la salvezza. Noi abbiamo bisogno di punti, dobbiamo dimostrarlo sul campo.”
Sulla formazione, sebbene si vada per la conferma del 5-3-2, ci sono ancora dei dubbi: “Domenica mi sono piaciuti tutti, rientra Caracciolo e devo valutare il suo utilizzo, se la gioca con Mascara. Jeda gioca sicuramente, anche in difesa devo valutare un paio di possibilità: se giocassi a 4 potrei utilizzare Rinaudo. Probabile che il modulo sia quello della scorsa settimana. Sto provando anche il 4-3-1-2, che ci porta a offendere di più, cosa che ci serve in questa fase di campionato. Non è una questione di fiducia o numeri, ma di atteggiamento: con quello del primo tempo di domenica sera possiamo mettere tutti in difficoltà.”

Fonte: Novara.com