Tesser e i dubbi per l’attacco: pronti Caracciolo, Mascara e Jeda

Stanno tutti bene ad eccezione di Ludi e Marianini rimasti a casa a curarsi insieme a Coubronne. Gli altri, 23 giocatori azzurri in tutto, hanno raggiunto ieri sera l’albergo di Siena che si affaccia proprio sul «Franchi-Montepaschi Arena». Questa mattina, rifinitura in un centro sportivo a Colle Valdelsa una ventina di chilometri da Siena. Sono con la squadra tutti i giocatori disponibili perché in questo momento è importante fare gruppo e stare uniti. Tesser deve risolvere un paio di dubbi anche se sembra intenzionato a confermare la squadra che domenica ha battuto l’Udinese. E’ vero che recupera Caracciolo, dopo la squalifica, ma Jeda e Mascara, le due «punte» rapide e mobili hanno fatto bene e per queste loro caratteristiche potrebbero trovarsi a loro agio contro difensori massicci ma forse un po’ lenti come Terzi e Rossettini.

Caracciolo è un punto di riferimento, in attacco, e permette alla squadra di respirare quando mantiene il possesso palla. Potrebbe incominciare dalla panchina oppure prendere il posto di Mascara perché è improbabile che possa andare in panchina Jeda, il giocatore che con il suo gol ha risolto l’ultima partita. L’altro dubbio riguarda il centrale difensivo. Qui potrebbe tornare in corsa addirittura Rinaudo, in luogo di Paci. Molto dipenderà anche dal modulo se cioè si confermerà il 3-5-2 o si tornerà al 4-3-1-2 caro a Tesser. La formazione più probabile prevede Ujkani fra i pali, Lisuzzo, Paci e Garcia i tre difensori e poi, in mezzo al campo, da destra: Morganella, Porcari, Pesce, Rigoni e Gemiti. In avanti Jeda e Mascara oppure Caracciolo.

Fonte: La Stampa