Terigi: “A Pistoia sarà dura. Con Padalino abbiamo trovato la giusta quadratura”

Sarà una giornata particolare, domenica, per Leonardo Terigi. Sul campo, le due maglie che il difensore classe 1991 ha indossato nelle ultime sei stagioni. E se la parentesi con la Robur Siena fu tormentata dai tanti problemi fisici, è a Pistoia che Terigi ha trovato quella continuità che, forse, lo avrebbe indirizzato verso altre categorie. “Mi aspetto una partita dura e difficile, anche perché la Pistoiese viene dalla bella vittoria di Ancona, un campo ostico dove noi abbiamo perso – ha detto Terigi a Il Tirreno – dovremo stare attenti e cercare di portare a casa punti che per noi sarebbero importanti”.

Robur – “Abbiamo vissuto un periodo abbastanza difficile, ma con le ultime due vittorie abbiamo riportato un minimo di sorriso. Con mister Pasquale Padalino abbiamo finalmente trovato la giusta quadratura”.

Tifoseria – “È naturale che non arrivando i risultati il tifoso rimanga perplesso. Spero tanto che un poco alla volta riusciremo a riportare entusiasmo in città, anche perché la spinta del tifo è fondamentale”.

Pistoiese – “A Pistoia ho trascorso tre anni fantastici e penso di aver lasciato un buon ricordo. Dispiace per le vicissitudini, sia quelle della stagione passata che di quella attuale. Dispiace soprattutto che l’anno del centenario sia coinciso con una retrocessione, ma purtroppo nel calcio può succedere anche questo. La speranza è che con questo cambio di proprietà possa arrivare una certa solidità”.

Amici – “Non vedo l’ora di ritrovare Francesco (Valiani, ndr) e abbracciarlo forte”.

Fonte: Fol