Finale: Teramo-Siena 1-0

TERAMO-SIENA 1-0 (48′ Birligea)

TERAMO (4-3-3): Agostino; Hadziosmanovic (46′ Bouah), Trasciani (19′ Bellucci), Piacentini (69′ Soprano), Rillo; Cuccurullo, Fiorani, Rossetti; Cappa (71′ Montaperto), Birligea, Rosso (46′ Malotti). A disposizione: Tozzo, Ndrecka, Soprano, Arrigoni, Viero, Mungo, Di Dio, Bernardotto. Allenatore: Guidi.

SIENA (4-4-2): Mataloni; Darini, Farcas, Terigi, Zaccone (68′ Mora); Marcellusi, Amoruso, Bianchi (64′ Pezzella), Peresin (68′ Morosi); Montiel, Conti (54′ Karlsson). A disposizione: Marocco, Acquadro, Milesi. Allenatore: Gilardino.

ARBITRO: Madonia di Palermo (Voytyuk-Cesarano; 4° uomo: Giaccaglia)

MARCATORE: 48′ Birligea (T)

AMMONITI: Montaperto, Farcas

SPETTATORI: 209 (7 senesi)

NOTE: giornata soleggiata e ventosa. Angoli: 8-6. Recupero: 2′, 4′.

Il Siena esce meritatamente dalla Coppa Italia, dopo una partita giocata sotto ritmo e quasi sempre in balia di un Teramo molto più vivace e concentrato. La squadra è apparsa sfilacciata e nel secondo tempo, una volta incassato il gol di Birligea, è praticamente sparita dal campo

94′ Fine partita

92′ Angolo per i bianconeri battuto da Mora, Terigi non ci arriva per poco e palla che esce in fallo laterale

90′ Quattro minuti di recupero per le speranze del Siena

90′ Ammonito Montaperto, che si era fatto scippare da Montiel

87′ Ennesima palla persa del Siena, Malotti si sistema la palla sul sinistro e calcia, ma ancora Mataloni respinge. Poi l’azione prosegue e l’estremo difensore è ancora decisivo su Birligea

86′ Ancora il Teramo, Birligea si cimenta in una rovesciata spettacolare a centro area, Mataloni in due tempi se la cava

85′ Bel lancio dalle retrovie che trova Karlsson, il quale manca lo stop in area dopo non essersela sentita di calciare al volo

82′ Siena ancora graziato. Montaperto dal limite calcia di potenza, pallone deviato sulla traversa da Mataloni

81′ Suggerimento in verticale di Montiel per Karlsson, ma mira sbagliata e sfera nuovamente controllata da Agostino

79′ Pezzella ci prova dalla lunghissima distanza, pallone deviato e facile preda di Agostino. Un tiro che, se vogliamo, riassume un po’ il sintomo della mancanza di idee di quest’oggi

76′ Squillo del Siena. Karlsson riceve sulla trequarti e poi serve a sinistra Morosi che calcia a lato col mancino

74′ Bianconeri in bambola, il Teramo fa circolare palla come vuole e Montaperto e Malotti quando ricevono creano sempre pericoli

72′ Angolo per il Siena, Terigi svetta di testa ma la sua conclusione è troppo centrale

71′ Guidi effettua un ulterior cambio, ma in un’altra sosta. Dentro Montaperto per Cappa

69′ Un cambio anche nel Teramo: esce Piacentini, al suo posto Soprano

68′ Doppio cambio nel Siena. Fuori Peresin e Zaccone, dentro morosi e Mora

65′ Continua a soffrire il Siena. La ripartenza del Teramo porta Malotti ad assistere in piena area Cappa, che serve a rimorchio Birligea il cui tiro trova la risposta della difesa bianconera

64′ Altro cambio nel Siena. Dentro Pezzella per Bianchi

61′ Teramo di nuovo in avanti. Birligea riconquista alto palla e serve Malotti, che entra in area e calcia col sinistro ma manda a lato

56′ Occasionissima per il Siena. Peresin aggancia in area una palla complicata e calcia di prima intenzione, Agostino si supera

55′ L’islandese prova subito a farsi largo in area, poi la difesa del Teramo allontana

54′ Primo cambio per Gilardino. Fuori Conti, dentro Karlsson

52′ Altra ripartenza del Teramo, Cappa da destra si accentra e calcia col sinistro, Mataloni blocca in due tempi

48′ Vantaggio del Teramo. Punizione dai 20 metri respinta da Mataloni in un primo momento, la difesa non è reattiva e permette a Birligea di intervenire e segnare l’1-0

46′ Comincia la ripresa

Subito due cambi nel Teramo. Fuori Hadziosmanovic e Rosso, dentro Bouah e Malotti

Primo tempo prevalentemente di marca Teramo, il Siena invece per gran parte è costretto a rinculare verso la porta di Mataloni che con almeno quattro interventi ha salvato il risultato. La Robur ha avuto due occasioni con Montiel e Peresin ma solo in un caso è riuscita ad impaurire Agostino. Particolare la scelta del sistema di gioco scelto da Gilardino, che a seconda delle situazioni di gioco sembra variare da un 4-4-2 ad un 3-5-2

47′ Fine pt

45′ Due minuti di recupero

42′ Altro regalo della difesa del Siena, Mataloni rimedia parando il tiro a giro di Cappa da posizione ravvicinata

39′ Mataloni ancora protagonista con una bella uscita a centro area, l’estremo difensore ex Grassina blocca a terra un pallone pericoloso che arrivava da destra

36′ Torna a spingere adesso il Teramo. Hadziosmanovic pesca al centro Birligea che devia in porta trovando la risposta di Mataloni, poi Darini spazza in corner

33′ Dopo alcune fiammate iniziali adesso la partita si sta giocando prevalentemente a centrocampo

30′ Il più pericoloso nel Teramo è sempre Rillo, che raccoglie una respinta della difesa al limite dell’area e calcia di prima al volo col mancino, pallone a lato di un soffio

25′ Lo si era già notato in apertura, ed effettivamente il sistema scelto da Gilardino oscilla tra un 4-4-2 e 3-5-2 che vede Montiel e Conti come terminali offensivi. Altra variazione per il tecnico bianconero che evidentemente sfrutta la gara odierna per provare nuove soluzioni tattiche

23′ Corner battuto corto, Hadziosmanovic mette palla sul secondo palo dove Rillo non riesce ad inquadrare la porta di testa

23′ Attenzione ancora al Teramo. Cappa da destra converge sul sinistro e calcia, Mataloni ancora attento a deviare in angolo

21′ Conti a terra per un infortunio, l’attaccante bianconero però si rialza dopo poco. Sembra niente di grave

19′ Un cambio nel Teramo intanto: fuori Trasciani, dentro Bellucci

18′ Erroraccio in disimpegno di Marcellusi, che regala palla a Birligea in piena area, bravo Mataloni ad immolarsi e a chiudere in angolo

16′ Altra occasione per il Siena. Marcellusi sfonda a destra e mette un bel traversone rasoterra che finisce sui piedi di Peresin, ben appostato, che calcia di prima intenzione ma sul primo palo, permettendo ad Agostino di deviare in corner

15′ Bella ripartenza del Siena, Conti protegge palla col corpo e permette a Peresin di involarsi in contropiede. L’esterno serve Montiel sulla corsa che rientra sul sinistro ma calcia male

12′ Rillo scende sul fondo e va al cross, bravo Farcas a chiudere in angolo

10′ Angolo battuto da Montiel molto stretto, Agostino deve smanacciare con i pugni

9′ Prima sortita del Siena, Montiel da calcio da fermo la mette sul secondo palo, c’è una deviazione e la palla finisce in corner

7′ Controllo col sinistro e tiro col destro dai 20 metri per Rillo, Mataloni blocca con sicurezza

4′ Ancora biancorossi in avanti, Birligea aggancia in area e calcia al volo ma troppo sopra la traversa

2′ Il Teramo parte in attacco con la botta da fuori di Cappa, respinta da Mataloni in corner

1′ Partiti

Siena per la prima volta con il completo color Terra di Siena, associato ai calzettoni neri. Il Teramo risponde con il completo bianco

FORMAZIONE UFFICIALE TERAMO: 4-3-3 quasi tutto confermato anche per Guidi, che conferma quasi tutta la difesa titolare con Trasciani nel mezzo insieme a Piacentini. Guida l’attacco Birligea, assistito da Cappa e Rosso

FORMAZIONE UFFICIALE SIENA: nei bianconeri c’è Farcas a centrocampo con Bianchi e Amoruso. Attacco tutto millenial con Montiel, Conti e Peresin

A distanza di undici giorni, il Siena torna a giocare allo stadio ‘Bonolis’ di Teramo, ma stavolta la sfida sarà valevole per il passaggio del turno agli ottavi di Coppa Italia (la vincente affronterà il Pescara). Il caso – o meglio, l’accoppiamento – ha infatti voluto che le due squadre si incrociassero per la quarta volta negli ultimi anni, in una sfida che è ormai diventata un classico di questa competizione.

Nella stagione 2015/16 la Robur di Carboni si garantì l’accesso in semifinale vincendo al ‘Franchi’ grazie ad un gol d’antologia di Rozzi. L’anno successivo la spuntò invece il Teramo tra le mura amiche, 2-0 con una doppietta di Croce agli ottavi di finale che costò l’eliminazione alla formazione di Colella. Il precedente più recente risale invece a due anni fa. Sempre agli ottavi, furono i bianconeri ad agguantare il passaggio del turno: la squadra allora allenata da Dal Canto si impose a Siena per 3-1, andando a segno con Campagnacci, Arrigoni e Polidori (per il Teramo in rete Bombagi).

I precedenti raccontano quindi di una tendenza favorevole a chi gioca in casa, ma che Gilardino e i suoi vogliono invertire. Il tecnico bianconero non rinuncerà tuttavia ad avvicendare tanti calciatori, anche perché dopo solo tre giorni la squadra sarà impegnata sul campo di Imola per la quarta di campionato. Molto complicato stilare un undici per la sfida odierna, complice il fatto che lo stesso mister non ha dato indicazione alcuna in merito.

È comunque altamente probabile una rotazione completa degli uomini in campo. Spazio quindi a Mataloni in porta, con Darini e Terigi a difendere lo specchio come coppia centrale. Marcellusi e Zaccone potrebbero essere i terzini, non dimenticando Farcas che allo stesso tempo concorre anche per un posto in mezzo al campo. Da capire, in questo caso, se a prendere in mano la regia possa essere Pezzella, il quale però potrebbe essere risparmiato in vista di Imola. Gli interni di centrocampo, invece, dovrebbero essere Bianchi e Amoruso. In avanti favorito il trio Montiel-Karlsson-Disanto, con Peresin e Conti pronti a farsi spazio a gara in corso.

Simile il discorso fatto in casa Teramo, dove mister Guidi in conferenza ha parlato di “turnover ragionato”. Rispetto ai bianconeri, quindi, non è da escludere la presenza in campo di qualche titolare. Due, intanto, i calciatori annunciati titolari dal mister per la sfida odierna: il portiere Agostino e la punta Birligea. L’attaccante rumeno dovrebbe essere assistito da Cappa e Rosso, con a supporto il centrocampo formato dal trio Cuccurullo-Viero-Rossetti. La difesa, invece, potrebbe vedere la presenza di Hadziosmanovic e uno tra Ndrecka e Rillo sulle fasce, e al centro la coppia formata da Trasciani e Piacentini.

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol