TC Robur, Mignani: “Aspettative? Solo la gara della domenica”

Uno sguardo al Livorno, uno all'Arezzo, ma principalmente uno in casa propria, perchè c'è un campionato ancora aperto che può raccontare molte cose: la Robur Siena è prossimo all'esame Olbia, e la testa dei bianconeri è rivolta solo al match di domenica. Come testimoniano le parole di mister Michele Mignani, che fa il punto della situazione ai microfoni di TuttoC.com.

Dopo la vittoria contro la Giana, la squadra si prepara alla gara contro l'Olbia. Che settimana è stata?
"E' stata una settimana normale per noi, tranquilla, anche se chiaramente quando si arriva da una vittoria è tutto più piacevole. Ma noi dobbiamo sempre tenere alta la concentrazione, lavorare come sappiamo, di giorno in giorno".

Lo scorso weekend erano stati tenuti a riposo precauzionale Brumat e Solini, com'è la loro situazione?
"Niente di preoccupante, io ho tutta la rosa a disposizione, semplicemente Brumat arriva da un lungo stop e Solini da un periodo di inattività dovuto al caso Modena, quindi ho preferito aspettare, anche se, ripeto, stanno bene. Ho la fortuna di poter scegliere tra tutta la squadra, e quando si presenta questa situazione per ogni allenatore è un vantaggio".

Ritroverà, dopo la gara di andata, la sua ex squadra. Alla luce dei vari infortuni che l'hanno colpita e del mercato di gennaio, che Olbia si aspetta?
"Sicuramente arriverà una squadra entusiasta, che farà la sua gara a viso aperto, con grinta e spensieratezza: il loro primario obiettivo è ormai a un passo, hanno sicuramente meno pressioni".

Una rosa che non è cambiata molto da quella che Lei conosceva. Se dovesse togliere un calciatore ai galluresi, chi toglierebbe?
"Ragatzu. Di lui posso dire solo bene, è un attaccante completo che qualità tecniche di categoria superiore, unite a importanti qualità fisiche. E adesso ha anche raggiunto la maturità che lo rende sempre più di prospettiva, non è casuale il contratto che ha firmato con il Cagliari".

Tornando alla Robur, cosa si aspetta da questo rush finale?
"Non ho aspettative se non la gara della domenica. Dove voglio vedere la mia squadra giocare con forza e grinta, con la massima concentrazione. Solo questo".

Trasversalmente siete coinvolti nel caos Arezzo, che proprio domenica ha in ballo il match con la capolista Livorno, che dista da voi solo due punti. Tanti gli scenari possibili… 
"Solo il tempo dirà quello che succederà. Io per prima cosa mi auguro che l'Arezzo possa continuare il campionato perchè lo meritano i tifosi, i giocatori, tutti i dipendenti, ma spero anche che gli organi competenti trovino il modo di non falsare il campionato e tutelare la classifica. Ma noi pensiamo comunque a vincere contro l'Olbia, senza ulteriori calcoli".

Fonte: tutto.com