Tar, dietrofront Paganese salva Farà la Lega Pro

La Paganese è nata nel 1926 ma quest’estate non ha avuto il tempo per festeggiare i 90 anni. Bocciata a luglio per problemi tributari l’iscrizione dal Consiglio federale prima, e dal Collegio di garanzia del Coni poi, la Paganese si era rivolta al Tar, che aveva congelato il provvedimento per consentire la compilazione dei calendari. Ieri mattina, ribaltando i pronostici della sera prima, la conferma della sospensiva. Contrariamente a Figc e Coni (sorpresi), il Tar del Lazio ha ritenuto sufficiente che la Paganese abbia fatto ricorso contro il rifiuto opposto dall’Agenzia delle Entrate a transare i debiti fiscali. Riammissione con riserva, e trattazione nel merito fissata al 19 dicembre, quando sarà del tutto inutile. Festa a Pagani e tutto sommato un problema in meno per la Figc che non deve ripescare nessuno. «Abbiamo sempre creduto all’esito positivo – commenta il legale Lorenzo Lentini – e ora bisogna attivarsi per risanare le pendenze». Si ritorna sul manto verde quindi, domenica arriva il Matera e, per i rinforzi, ci sarà una proroga di 7 giorni (intanto ci sono Herrera dal Lecce e Tagliavacche della Pro Vercelli). «Siamo felici ma consapevoli di dover triplicare le forze» ha spiegato l’a.d. Filippo Raiola. Notizie positive sul fronte societario arrivano dal sindaco Salvatore Bottone: «Insieme al presidente Trapani e al notaio Nello Calabrese stiamo aprendo a nuovi ingressi. Anche la città dovrà contribuire attraverso gli abbonamenti».

Fonte: La Gazzetta dello Sport