Tafani: Progetto credibile e volto alla valorizzazione del territorio

Presente alla conferenza tenuta nel pomeriggio dal sindaco Bruno Valentini, anche Leonardo Tafani. “Abbiamo compiuto un percorso unico nel panorama nazionale – ha detto l'Assessore allo Sport -: Siena ha bisogno di epurarsi di qualche peccato di troppo compiuto in passato, abbiamo voluto sfoggiare trasparenza e tenere un atteggiamento cristallino. Il sindaco si è assunto le sue responsabilità e ha scelto il progetto migliore. Il fatto che combaci con quello che voluto dalla piazza non può che farci piacere: è un momento delicato le energie non possono essere disperse, ma incanalate in un'unica direzione”. “Antonio Ponte ha proposto il piano più solido, serio e con maggiore copertura finanziaria rispetto agli altri. Di incontri ne abbiamo avuti tanti, ma alla fine solo in tre si sono presentati con le carte in mano (Ponte, Galli e Zamperlini ndr) e non è detto che la compagine sociale Robur Siena non possa venire allargata se necessario. Ponte, come valore aggiunto, ha messo sul piatto della bilancia un profondo amore per la città e una grande voglia di valorizzare territorio, a partire dall'impianto sportivo di Taverne, una ferita ancora aperta, che ha detto di voler portare a termine. Il Siena ha la necessità di patrimonializzare, di avere campi dove far allenare la prima squadra e le squadre giovanili su cui il nuovo presidente crede molto”. Le strade del Comune e di Robur Siena ora si separeranno. “Assolutamente sì – ha chiuso Tafani -: metteremo a disposizione del Siena il Franchi, sul quale abbiamo anche investito molti soldi, ma al di là di questo non andremo. Il calcio senese potrà così seguire un percorso percorso più irto forse, ma più libero da ingerenze, dal Comune così come dalla Banca che da un lato aiutava e dall'altro condizionava le scelte”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line