Storie di ex: hanno giocato nel Siena nel 2016-17, uno si ritira, l’altro vicino al salto in serie A

C’è un punto che accomuna Riccardo Secondo e Dario Saric, quello di aver militato insieme – poco più che ventenni – in maglia bianconera nella stagione 2016-17.  Tanti sogni, l’obiettivo di raggiungere i massimi traguardi, ma non sempre i sogni si realizzato per tutti.

Riccardo Secondo

Centrocampista classe 1995, figlio dell’ex presidente della Pro Vercelli, Massimo, prima di essere rispedito al mittente, ha disputato solo una partita con la Robur. Alcune esperienze in serie C con cinque squadre diverse, per un totale di 52 presenze, hanno fatto capire al giovane calciatore che il suo sogno era ormai tramontato e da qui la decisione di abbandonare il campo a soli 26 anni. È di poche ore fa la notizia che Riccardo Secondo ha rescisso il contratto da calciatore che lo legava alla Pro Vercelli per iniziare una nuova esperienza come dirigente. Come riposta il sito ufficiale delle Bianche Casacche inizierà a collaborare a fianco del DS Alex Casella.

Dario Saric

Altra storia quella di Dario Saric, eclettico centrocampista del 1996, che a Siena ha lasciato un ottimo ricordo. Il centrocampista fu ingaggiato in prestito dal Carpi nell’estate del 2016 ma con Colella in panchina non trovò quasi mai spazio (pochi minuti in appena tre presenze). Diversa la valutazione di Cristiano Scazzola, subentrato al tecnico veneto, che gli da fiducia schierandolo per ben 15 partite. A fine stagione il rientro al Carpi in serie B con cui disputa tre campionati, poi passa all’Ascoli, sempre in serie cadetta, dove quest’anno raggiunge la definitiva consacrazione. Ora è uno dei centrocampisti più richiesti della serie B, non solo il Palermo che ha offerto una cifra importante, ma anche Cremonese e Sampdoria ,che militano nella massima serie, hanno messo gli occhi su di lui. (NN)

Fonte: FOL