Stefano Pedrelli è il nuovo segretario generale del Siena

Anche l’ultima casella rimasta vuota è stata occupata. E’ di pochi minuti fa l’ufficializzazione di Stefano Pedrelli nel ruolo di segretario generale. Il nuovo dirigente va a sostituire Stefano Osti a cui non è stato rinnovato il contratto in scadenza.
L’insediamento avverrà nella prossima settimana. Stefano Pedrelli, nel recente passato, ha ricoperto l’incarico di direttore generale al Palermo e al Bologna, dove prima fa il segretario ed in seguito viene promosso a dg. Con i rossoblù ha vissuto una controversa esperienza terminata dopo un clamoroso disguido che fece saltare il riscatto del cartellino del portiere Viviano in compartecipazione con l’Inter, con Pedrelli che invece di scrivere l’importo dell’offerta che il Bologna voleva avanzare per la metà del cartellino ha scritto la metà dell’offerta stessa.
Pedrelli, 45 anni, sposato con due figlie (Sara e Veronica) ha iniziato nel Bologna quando c’era bisogno di dare una mano per questioni di segreteria e nei primi anni Novanta gli hanno proposto un incarico nella segreteria sportiva, prima, e in quella generale poi. Gli anni Novanta, con Gazzoni, filano via lisci. Ma appena entrati nel nuovo millennio decide di fare le valigie e nel 2001 va al Venezia, sempre come segretario generale.  Poi Zamparini “trasloca” a Palermo e Pedrelli lo segue in Sicilia per andare a fare il direttore generale. Sente però la mancanza della sua Bologna e della famiglia e decide lasciare di tutto e tornare a fare segretario nella società rosssoblu. Era il Bologna di Cazzola.Poi c’è stato quello dei Menarini, di Porcedda, di Pavignani, am lui è rimasto sempre in sella, fino all’errore di Viviano e le conseguenti dimissioni. Finito nelle mire del Padova e addirittura del Milan arriva adesso a sedersi dietro la scrivania del Siena.

Fonte: Fedelissimo Online