Standard & poor’s bacchetta le italiane. Ma il 23mo posto del Siena lascia perplessi

Come se classifiche, marcatori e ranking Uefa non bastassero, ci si mette anche Standard & Poor's a mettere in fila le squadre europee. L'agenzia di rating ha elaborato una speciale graduatoria che misura la stabilità economica di 44 clubsulla base di operatività, solvenza e liquidità. Male le italiane: la migliore è la Fiorentina (14ma), l'Inter è addirittura 43ma. Lascia perplessi il 23mo posto della fallita Siena.

Subito dietro i viola ci sono la Lazio, che si merita un giudizio equivalente alla "tripla B", e la Juventus, premiata per gli ultimi tre scudetti che hanno scaturito un circolo virtuoso anche dal punto di vista economico. In fondo alla classifica non piange solo l'Inter, penultima davanti al solo Lens e marchiato da "tripla D": Il Milan, bollato col voto più basso per solvenza e liquidità, è 35mo; la Roma, la cui prudenza nella gestione è stata valutata a livello "junk" (spazzatura), non va oltre il 37mo posto. Nei piani alti troviamo invece, nell'ordine, Ajax, Arsenal, Celtic, United e St. Etienne, tutte e cinque con un bel "tripla A".

Una classifica che sicuramente può servire a tutte le squadre per monitorare e sistemare i loro conti, ma lo scivolone di Standard & Poor's sul Siena lascia pensare che anche l'agenzia stessa, ogni tanto, abbia bisogno di essere bacchettata.

Fonte: Sportmediaset.it