Stadio: non cerchiamo colpevoli, ma solo rimedi

E’ sempre più difficile farsi capire, basta una segnalazione su qualcosa che stona, che subito s’innesca la polemica, spesso pretestuale. Qualcuno o forse qualche due, non ha capito che le segnalazioni sullo stato del vecchio Rastrello non vengono fatte per gusto della polemica “ad ogni costo”, ma solo perché sono reali. Il nostro Federico Castellani, nel suo Bicchiere, lo ha sottolineato molto chiaramente:

“Non sappiamo se il compito di mantenere dignitoso il nostro vecchio e caro Rastrello fa parte della Società o dell’Amministrazione comunale. Certo che il degrado viene da lontano. Non è imputabile all’attuale gestione sportiva o amministrativa comunale che sia. Viene da anni e anni di colpevole incuranza e tutti sono colpevoli. Passate società e passati amministratori della città di Siena. L’attuale società o amministrazione l’ha semplicemente ereditato ma ora qualcuno ha l’occasione buona per farsi bello.”

In questi giorni sono arrivati in redazione tantissimi messaggi, mail e telefonate di tifosi arrabbiati per lo stato del Rastrello e il nostro compito, sentendoci parte attiva del “mondo delle tribune”, è quello di riportarle. Senza polemiche, senza accusare nessuno, ma con l’obiettivo che la società e/o il Comune intervengano per migliorare una situazione che – ne siamo certi -a loro in primis, non piace. (NN)

Fonte: FOL