Stadio: le parole di Valentini dopo l’incontro di ieri

"Noi facciamo sul serio e valutiamo tutte le possibilità e gli eventuali problemi che potrebbero generarsi". Così il sindaco Bruno Valentini commenta l'incontro della Conferenza dei servizi, svoltosi ieri a Palazzo Berlinghieri, indetto dal Comune di Siena perla valutazione dello studio di fattibilità per la riqualificazione ambientale e funzionale dell'area del Rastrello. Tanti i soggetti che hanno preso parte all'incontro: c'erano la Regione Toscana, la Soprintendenza, Enel, Estra, Intesa, Asl, Arpat, vigili del fuoco, Sei, Tiemme. Ogni soggetto presente ha esposto le problematiche relative allo studio di fattibilità. Arpat, ad esempio, ha parlato dei rumori che si genererebbero in oltre due anni di lavori, mentre dal rappresentante della Regione Toscana è arrivata la richiesta di coinvolgere nella discussione anche i Comuni limitrofi a Siena. La Soprintendenza avrebbe invece posto la questione della sicurezza dell'area della Fortezza che potrebbe essere messa a rischio dagli scavi. "In Germania afferma Valentini – ci sono sempre grandi vuoti intorno ai nuovi stadi. In questo studio di fattibilità ciò che altera il progetto non è la riqualificazione del Rastrello, ma tutto quello che c'è attorno. E' il più grande progetto pensato nella nostra città da decenni. Fatti positivi? Potremmo utilizzare maggiormente un'area che oggi è sottoutilizzata". Un nuovo incontro ci sarà il 12 maggio, ad otto giorni dal responso del Comune. Così invece scrive l'Ac Siena sul proprio sito internet: "L'incontro, che ha registrato una partecipazione ampia e qualificata, ha consentito di valutare con i progettisti eventuali approfondimenti alla proposta di intervento. La Conferenza dei servizi si è contraddistinta per un clima di grande collaborazione. L'Ac Siena valuta positivamente la riunione, sui cui esiti è stata aggiornata puntualmente anche la proprietà dell'azienda tedesca Helhnich, che ha ribadito con entusiasmo la disponibilità a investire risorse finanziarie per la realizzazione del progetto e, in tal caso, a legarsi anche alle sorti sportive della società, aiutando in termini da definire il percorso di risanamento economico e finanziario già avviato".

Fonte: Corriere di Siena