Stadio-Corriere dello Sport: Le trattative della serie A

Alla fine si è risolto in favore del Catania il rebus che era venuto fuori per l’attaccante argentino Gon­zalo Bergessio (27). La trattativa, pra­ticamente conclusa, si era arenata su un cavillo tra il giocatore e il Saint Etienne: il club francese aveva diffuso notizie sulla richiesta di una buonu­scita che il gio­catore ha forte­mente negato con un video sul suo sito. Ieri la fumata bianca che è quella che conta per il Catania: quattro anni di contratto al giocatore che torna dopo i sei mesi trascorsi in Sicilia da gennaio a giugno.
DI FRANCESCO AL BIVIO -Giorni decisivi per l’esterno d’attacco che il Lecce vuole dare al tecnico Di Francesco. I nomi sono due: per Pasquale Foggia (29), che due giorni fa sembrava fatto e per il quale ci sarà invece un nuovo incontro con la Lazio. E Cristian Pa­squato (22), che piace anche all’Ata­lanta: per lui il dialogo con la Juventus è avviato, ma sarà determinante, alla fine, la volontà del ragazzo e del suo manager.

ALTRI MOVIMENTI -E’ arrivato l’atteso sì di Jorge Martinez (28) che va in presti­to al Cesena (la firma del contratto ci sarà lunedì, quando giungerà in Italia il procuratore), dove arriverà da Pa­lermo Francesco Benussi (29), per il ruolo di secondo portiere. La Fiorenti­na prende il giovane Gustavo Campan­haro (19): mediano da­vanti alla difesa, brasi­liano della Juventude: soprattutto, di passa­porto comunitario.
NEGLI EMIRATI -Alla fine David Trezeguet (33), svincolato, sembra con­vinto di fare la scelta degli Emirati Arabi. Oggi volerà con il suo manager ad Abu Dhabi per valu­tare di persona l’offerta del Bani Yas e molto probabilmente accettarla sul­la base di un’offerta biennale.
GIALLO LOPEZ -Si chiama Nicolas Lopez (17) e attorno al suo nome e al suo ta­lento si sta scatenando un autentico caos in Uruguay. Il ragazzo è sbarca­to in Italia, con la famiglia e Pablo Bentancur che lo assiste. Si è diffusa la notizia di contatti con alcuni club italiani. Non il Palermo che ieri ha emesso un comunicato per puntualiz­zare la sua estraneità a qualsiasi trat­tativa riferita a Lopez, nonostante il papà del giocatore abbia invece diffu­so sue dichiarazioni parlando di una imminente chiusura con il club di Zamparini. In realtà la situazione è molto complessa, in virtù dei regola­menti internazionali che si sono fatti molto severi sui minorenni: in parti­colare il minorenne extracomunitario non si può tra­sferire fino al compimento dei 18 anni, che Lo­pez farà il 1° ot­tobre (sarebbe quindi trasferi­bile dal mercato di gennaio 2012).Anche sull’escamotage del trasferi­mento per motivi di lavoro della fami­glia, prima abusato, c’è stato un giro di vite e per chi viola le regole Platini ha promesso più volte di far intervenire pesantemente Uefa e Fifa. Il Nacional Montevideo è infuriato e sui giornali uruguaiani è montata una battaglia nella quale il termine più morbido è «sequestro» per parlare di quanto ac­caduto. Il Nacional ha chiesto e otte­nuto l’appoggio della Federazione e della Fifa, ha intimato al ragazzo di rientrare. La sensazione è che pren­derlo ora significhi infilarsi in un bel ginepraio di carte bollate.


Fonte: Stadio-Corriere dello Sport