SPORTECONOMY: MONTEPASCHI ARENA PUO’ VALERE 3 ml

Rivoluzione copernicana nel calcio italiano. Per la prima volta nella storia della serie “A” un club professionistico inserirà all’interno del nome dello stadio quello del main sponsor. L’operazione porta la firma dell’A.c. Siena sostenuto a livello economico da Monte dei Paschi di Siena (MPS). Lo stadio di Siena non si chiamerà più “Artemio Franchi”, ma “Artemio Franchi Montepaschi Arena”. Lo ha deciso la giunta comunale di Siena. E’ stata accolta la richiesta avanzata dalla società toscana di poter integrare il nome dell’impinato con quello dello sponsor. “Si tratta di un atto importante per la vita sportiva della citta’ – dice il sindaco, Maurizio Cenni – una decisione che vuole testimoniare il legame molto forte tra la Banca Monte dei Paschi e la citta’”. Secondo quanto risulta a Sporteconomy.it il, valore su base annua dell’operazione “Artemio Franchi Montepaschi Arena” può essere stimato in oltre 3 milioni di euro.  Dopo lo stadio “Giglio” – utilizzato per molti anni dalla Reggiana in serie “B”, è il primo stadio di “A” a cambiare nome per ragioni commerciali. Il contratto dell’A.c. Siena con il gruppo bancario senese è pari a 13.5 mln a stagione, ma all’appello manca ancora la “ridenominazione” del club. Operazione che di recente la Lega calcio ha fermato con voto negativo “non vincolante” (l’ultima parola infatti spetta solo alla Figc, che, al momento, non sarebbe orientata ad appoggiare il progetto del Siena). Fonte: www.Sporteconomy.it