Spinazzola: Siamo forti, i conti alla fine. Ora sotto con la Ternana

Nove presenze in campionato, due in Coppa Italia: un tesoretto che Leonardo Spinazzola spera di arricchire giornata dopo giornata. Beretta gli sta dando più spazio, rispetto all'inizio, perché lui dal campo lo sta convincendo. Il bianconero, ora, guarda a Terni con la speranza che possa arrivare una buona prova della Robur che dia seguito alla vittoria sulla Juve Stabia. “Sabato siamo stati protagonisti di una buona prestazione – ha spiegato Spinazzola -, contro una squadra che ha giocato chiusa per tutta la partita. Era difficile trovare spazi e infatti siamo andati molte volte al tiro dalla distanza, a differenza delle partite precedenti. Ma ci abbiamo creduto fino all'ultimo e alla fine sono arrivati questi tre punti importantissimi”. Buona anche la sua prestazione. “Sono entrato per fare l'esterno – ha commentato -, poi con l'ingresso di Thomas sono scalato al posto di Feddal. E lì ho trovato più spazi. Con la Juve Stabia messa a cinque dietro l'esterno era chiuso. Avendo più possibilità di manovra sono venute fuori le mie caratteristiche migliori”. “Il mister, dall'inizio mi ha provato in tanti ruoli – ha aggiunto -, anche come mezzala ma in quella posizione non riuscivo a esprimermi al meglio. Da esterno invece mi sento a mio agio. Mi piacerebbe segnare, certo, ma la cosa più importante è la vittoria della squadra. Anche sabato ci ho provato. Lì per lì non mi è sembrato un buon tiro invece mi hanno detto che è stato forte e pericoloso. Devo ancora rivederlo… Alla fine ciò che più mi interessa è fare bene sotto l'aspetto della prestazione, in particolare del carattere, Beretta ci insiste molto: Da febbraio sto giocando con maggiore continuità e ne sono felice. Ho anche vestito la maglia titolare. Spero che il mister continui a darmi fiducia”. Sabato il Siena ha dato prova di una grande tenuta fisica e mentale… “Per quanto riguarda la preparazione abbiamo dei professori che ci seguono ogni giorno – ha affermato Spinazzola -: insieme portiamo avanti un lavoro molto intenso. E il sabato ne raccogliamo i frutti. Anche mentalmente siamo sempre sul pezzo, altrimenti non ci avremmo creduto fino alla fine e non avremmo portato a casa una vittoria”. Ora serve trovare il risultato pieno anche in trasferta… “E' vero, fuori casa abbiamo vinto solo due partite – ha detto il bianconero -, ma è difficile capirne il perché. Quando scendiamo in campo lo facciamo sempre con lo stesso spirito e la stessa determinazione. Ogni gara ha una storia a sé. Sabato prossimo, al Liberati, ci aspetta un'altra gara dura. La Ternana mi piace molto come squadra, la classifica non rispecchia il valore dei singoli: Litteri, Ceravolo e in particolare Antenucci, che all'andata mi ha impressionato sono elementi di grandissimo valore. Dovremo stare molto attenti”. “La classifica – ha chiuso? Siamo consapevoli delle nostre possibilità, senza la penalizzazione non saremmo in vetta ma quasi. Siamo forti, le somme le tireremo alla fine”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line