SOSTENIAMO DANIELE CORVIA

Torniamo ancora una volta sui fischi di domenica, non quelli rivolti all’allenatore e alla società a fine partita, ma quelli dedicati a Daniele Corvia durante la partita. Un giocatore del Siena chiamato a dare il suo contributo non può trovare giovamento nell’essere bersagliato al primo pallone toccato soprattutto se è un giovane ed un generoso come Corvia. Il centravanti bianconero, poco più che ventenne, non merita questo atteggiamento che alla fine si ritorce contro la stessa squadra. Con quale spirito scende in campo un giocatore che sa di avere il fucile puntato? Quale forza in più può trovare sapendo che c’è gente che aspetta solo un tuo errore per scatenarsi? E quale contributo può dare all’economia del gioco? Ci dispiace ma noi Fedelissimi ci dissociamo da questo atteggiamento invitando tutti a concedere anche a Daniele quella tolleranza e pazienza che in passato è stata concessa ad altri giocatori non certo più meritevoli di Corvia.

Fonte: Fedelissimi