SOSTEGNO PER CALAIO’

Il Siena sta viaggiando a mille. Due partite vinte consecutivamente ci hanno fatto fare un bel balzo in classifica. Secondo gli addetti ai lavori il merito di questo momento positivo è da attribuirsi sopratutto al gruppo ed alla sua gestione. Il nucleo fondamentale del Siena è stati costituito negli scorsi anni e forse anche per questo i valori positivi sono stati trasmessi dai veterani ai nuovi arrivati. Un altro aspetto da considerare è quello di dover gestire una trentina di giocatori, cosa non sempre facile, soprattutto quando ci sono molti giovani smaniosi di vestire la maglia di titolari, ma mister Giampaolo ci sta riuscendo in pieno. Logicamente come sempre c’è chi riesce ad esprimere subito il proprio potenziale e chi, invece, ci mette un po’ di più. In questa seconda categoria rientra Emanuele Calaiò, bomber proveniente dal Napoli ed alla ricerca della sua piena consacrazione. La punta siciliano ha fatto il suo dovere quando è stato chiamato, due reti in soli 460 minuti non sono poche, ma qualcosa ancora non va. Qualche tifoso gli rimprovera di aver sbagliato il famoso rigore contro il Bologna, dimenticandosi del fatto che questo può succedere a tutti (domenica scorsa è accaduto ad un certo Ronaldinho), ma soprattutto le sue dichiarazioni seguenti all’assegnazione del rigore stesso. Noi fedelissimi cerchiamo di stare attenti a tutti gli umori, ma vogliamo dire la nostra anche quando a sbagliare sono i tifosi stessi. Calaiò è un giocatore del Siena, non è un rompiscatole, non risultano liti particolari con nessuno, si è sempre impegnato al massimo, non ha sputato sulla maglia, non ha mai parlato male del Siena e di Siena, perchè qualcuno pare avercela con lui? Gli errori sia in campo che davanti ai microfoni li fanno tutti, ma a volte qualcuno si diverte un po’ troppo a speculare, facendo esplodere la vena polemica che è dentro noi senesi, anche quando non ci sono i presupposti. L’esagerazione con la quale sono state contestate (meno male da pochi tifosi) a Calaiò certe dichiarazioni relative a quel famoso rigore, ci paiono estremamente fuori luogo. Ha sbagliato, va bene, gli è stato fatto rilevare da chi di dovere, cosa si vuole di più?Concludendo possiamo affermare tranquillamente che Calaiò è un giocatore importante del Siena di Giampaolo, con caratteristiche tecniche diverse da Maccarone e Ghezzal e per questo utile. Crediamo che possa fare ancora meglio per se stesso e per il Siena, come tutti gli altri, e lo inciteremo sempre. Criticare e polemizzare è lecito, per carità, ma anche e soprattutto tifare e sostenere i giocatori del Siena è un dovere di un vero tifoso, soprattutto quando vengono a mancare motivazioni serie per certi atteggiamenti negativi. Forza Emanuele, siamo tutti con te! (a.g.)
Fonte: Fedelissimi