Siena, una settimana tra campo e mercato

Oggi inizia la settimana che porta all'esordio in campionato, ma saranno giorni con un occhio al campo e l'altro al mercato. La squadra, come ha detto anche Beretta, è completa solo a centrocampo in attacco e difesa necessita di qualche rinforzo oltre a sostituire eventuali partenze. Sarà un lavoro importante quello che attende il DS Stefano Antonelli che dovrà, entro la chiusura del mercato, centrare gli obiettivi che la società si è prefissata al momento della faticosa iscrizione al campionato.

 

1- Chiudere con un utile di mercato importante
2- Abbattere il monte ingaggi drasticamente
3- Consegnare a Beretta una squadra che possa centrare la salvezza nonostante la penalizzazione.

Per fare questo il Siena dovrà cedere i giocatori che hanno mercato e quelli che con lo stipendio alto ad esclusione di D'Agostino e Mannini, che mercato non lo hanno e che speriamo Beretta riesca almeno a sfruttare.
Come sappiamo i giocatori probabili partenti sono:
Pegolo: andrà al Torino ceduto definitivamente (circa 600-700 mila euro)
Angelo: Il Livorno ha offerto 500 mila di prestito per un anno
Rubin: In tanti si sono informati (Sampdoria, Sassuolo) ma per ora nulla di concreto. Proposto alla Samp uno scambio con Berardi ma la società blucerchita non sembra al momento convinta.
Rosina: Anche per lui solo richieste di prestito. Poterlo tenere sarebbe importantissimo.
Valiani: Solo voci ma di concreto nulla
Emeghara: Su di lui il discorso è ancora più complicato perchè il giocatore non vuole rimanere in serie B, e lo ha già dimostrato tanto che Beretta non lo convoca nemmeno più. A settembre dovrà essere pagata la prima delle tre rate del riscatto (1 milione). Sul giocatore ci sono richieste ma alla cifra che chiede il Siena (5 milioni) ancora non si è concretizzata la sua cessione. Sfumato il Basilea, forse il Torino e Sampdoria ma non a queste cifre

Sul fronte degli arrivi, sfumato Terlizzi, in procinto di passare al Trapani dove guadagna di più, si aspetta Contini che deve decidere se venire in serie B o tornare in Spagna.
Matheu potrebbe essere il sostituto di Angelo, anche se la soluzione può essere interna con lo spostamento di Mato a destra e il rientro di Grillo sulla fascia sinistra:
In attacco tutto tace, anche se Paolucci e Giannetti offrono grandi garanzie, uniche alternative sono Rosseti e Scapuzzi.
Il ritorno di Bogdani potrebbe fornire a Beretta la possibilità di cambiare modulo in alcune fasi della partita.

Fonte: Fedelissimo online