Finale: Siena-San Donato Tavarnelle 2-3

SIENA-SAN DONATO TAVARNELLE 2-3 (24′, 67′ Guidone, 46′ P. Regoli, 78′ rig. Caciagli, 84′ Disanto)

SIENA (4-4-2): Narduzzo; Haruna, Farcas, Terigi, Ruggeri (86′ De Angelis); Ilari (64′ Mignani), D’Iglio (81′ Schiavon), Bani, Martina (58′ Gibilterra); Orlando (64′ Forte), Guidone. A disposizione: Gragnoli, De Falco, Pavlak, Guarino. All.: Gilardino.

SAN DONATO TAVARNELLE (4-2-3-1): Signorini; Carcani, Brenna, Polvani (75′ Frosali), Alessio; P. Regoli, Caciagli; V. Regoli (64′ Noccioli), Poli (68′ Viligiardi), Disanto (94′ Montini); Pino (64′ Gomes). A disposizione: Balli, Borghi, Valesani, Tartaglione. All.: Indiani.

ARBITRO: Mastrodomenico di Matera (Pasqualetto-Cecchi)

MARCATORI: 24’, 67’ Guidone (SI), 46’ P. Regoli (SDT), 78′ rig. Caciagli (SDT), 84′ Disanto (SDT)

AMMONITI: Haruna (SI), Disanto (SDT), Guidone (SI), Frosali (SDT)

NOTE: partita a porte chiuse. Recupero: 2’, 5’.

Terza sconfitta consecutiva per il Siena che cade tra le mura amiche contro il San Donato Tavarnelle, anche se sulla gara pesa molto l’episodio del pareggio di Caciagli, arrivato su un penalty molto dubbio a voler usare un eufemismo. Pur non brillando, i bianconeri avevano fatto intravedere qualche segnale di ripresa e francamente il risultato finale penalizza oltremodo la squadra di Gilardino

96′ Fine partita

95′ Giallo anche per Frosali, per un intervento in ritardo su Guidone

94′ Fuori Disanto, al suo posto Montini

94′ Ammonito Guidone per proteste

90′ Cinque minuti di recupero

90′ Ancora Disanto da destra, tiro centrale respinto da Narduzzo

88′ Non molla il Siena. Forte imbecca Mignani in area che – quasi spalle alla porta – calcia angolato trovando la risposta di Signorini

87′ Disanto, spostato a destra, manda al cross Carcani da fondo campo. Respinge Narduzzo

86′ Ultimo cambio nel Siena. Esce un acciaccato Ruggeri, al suo posto De Angelis

85′ Ammonito nella circostanza il calciatore del San Donato, dopo essersi tolto la maglia

84′ Vantaggio del San Donato. Ruggeri si fa sorprendere in area da Disanto che scambia con un compagno e deposita alle spalle di Narduzzo

82′ Ci riprova Forte da sinistra, buon ingresso il suo, ma il calciatore friulano stavolta sbaglia il traversone

81′ Nel Siena Schiavon rileva D’Iglio

80′ Incredibile occasione per il San Donato. Disanto sfugge a sinistra e appoggia a centro area per il solissimo Noccioli che calcia clamorosamente a lato

79′ Tutto da rifare per il Siena, ma la mazzata del rigore può pesare nell’economia della gara. Difficile commentare la scelta del direttore di gara

78′ Pareggio dello stesso Caciagli, che spiazza Narduzzo dagli undici metri

77′ Espulso per proteste il team manager Scimone. I bianconeri sono infuriati per la decisione arbitrale, apparsa veramente lampante

76′ Rigore per il San Donato. Da un corner di Disanto, l’arbitro vede un fallo di mano in area che sembrava ad una prima impressione di Caciagli

75′ Adesso esce Polvani. Al suo posto Frosali

73′ Mignani è lanciato in contropiede da Haruna, bravo Polvani a fare buona guardia

69′ Ci prova subito Viligiardi, ma il neontrato si perde sul fondo dopo aver tentato un’incursione in area

68′ Altro cambio nel San Donato. Viligiardi rileva Poli

67′ Torna avanti il Siena! Forte pesca con un morbidissimo lob Guidone in area, che scavalca Signorini con un pallonetto deposita in area

66′ Percussione del neoentrato Forte che però si perde in area sul più bello

64′ Cambi nelle due formazioni. Mignani e il rientrante Forte rilevano Ilari ed Orlando. Il San Donato inserisce Gomes e Noccioli, al posto di Vieri Regoli e Pino

63′ Disanto ruba palla ad Haruna, che poi commette fallo rischiando il secondo cartellino. Sullo sviluppo dell’azione, lo stesso Disanto trova in area Pino che manda a lato di poco. Nella circostanza, il giovane attaccante aveva commesso fallo su Terigi

62′ Break di Terigi a metà campo, il centrale bianconero poi prova a lanciare la corsa di Orlando, pescando in offside dal secondo assistente

58′ Prepara il primo cambio Gilardino. Come a Trestina entra Gibilterra, fuori Martina

56′ Buon pallone di Bani in verticale a cercare l’inserimento di Martina, ben chiuso da Carcani

53′ Ci prova due volte Disanto da sinistra, dopo aver seminato la difesa bianconera, ma in entrambi i casi ha risposto presente Narduzzo

51′ Guidone serve da dentro l’area Ilari, che si coordina al volo ma senza imprimere la necessaria forza

50′ Grande giocata di Guidone, che va via a Regoli e Brenna in mezzo al campo e scarica su D’Iglio. Il centrocampista chiede l’uno-due a Orlando ma l’azione sfuma

47′ Stessi ventidue in campo. Nel Siena però si scaldano già De Angelis, Mignani e Gibilterra

46′ Comincia la ripresa

Dopo un buon primo tempo il Siena subisce il pari di Paolo Regoli a tempo quasi scaduto, complice un non perfetto Narduzzo sull’incursione di un scatenato Disanto. I bianconeri erano passati in vantaggio su un calcio piazzato grazie all’incornata del solito Guidone, ma la disattenzione nel finale costa cara e costringe la squadra di Gilardino a rientrare in campo alla ricerca del nuovo vantaggio

48′ Fine pt

48′ Prova subito la risposta il Siena. Guidone scippa Polvani e serve Orlando, che dal limite dell’area manda a lato di poco

46′ Pareggio del San Donato. Disanto va via a sinistra e trova la respinta di Narduzzo, sulla ribattuta è pronto Paolo Regoli che insacca da due passi

45′ Due minuti di recupero

45′ Giallo anche per Haruna, che ferma il solito Disanto lanciato in contropiede dopo una palla persa da Bani

43′ Ammonito Gilardino per proteste

42′ Disanto pesca Pino in area, che però svirgola completamente la conclusione. Occasione sprecata dagli ospiti

40′ Di nuovo Caciagli, ben servito da Pino, prova il destro ma trova il muro di Terigi

37′ San Donato vicino al pari. Disanto vince un rimpallo a sinistra e scarica arretrato per Caciagli, che calcia a botta sicura fuori di poco

34′ Scambio tra Martina e Guidone al limite dell’area, il capitano non arriva ad impattare di testa

32′ Grande occasione ospite per il pareggio. Poli vince un rimpallo e va in verticale a cercare Vieri Regoli, che al limite dell’area manda fuori di poco

28′ Vieri Regoli pesca l’inserimento di Carcani, bravo Terigi a chiudere in angolo

26′ Altra combinazione al limite tra Haruna e Guidone, il tiro del capitano è deviato da Polvani

24′ Vantaggio Robur! Calcio piazzato perfetto dello specialista D’Iglio, Guidone impatta alla perfezione e firma il tredicesimo gol stagionale

21′ Contropiede micidiale del San Donato, con Disanto che brucia Ilari, punta il fondo e crossa rasoterra. Perfetta e provvidenziale la diagonale di Martina

19′ Buona ripartenza bianconera. Guidone scippa Paolo Regoli e si invola verso la porta, arrivato al limite scarica su Ilari che mette arretrato per D’Iglio, il cui tiro è respinto dalla difesa gialloblu

15′ Orlando si allarga sulla sinistra, Martina gli si sovrappone sulla verticale ma l’attaccante sbaglia completamente la misura del passaggio

12′ Grande colpo di tacco di Guidone che permette ad Orlando di lanciarsi in velocità, ma su di lui rinviene Brenna

8′ E’ partito fortissimo Disanto, che salta netto Haruna un’altra volta ma il suo traversone è bloccato facilmente da Narduzzo

5′ Brutta palla persa in uscita dal Siena da Bani, ancora Disanto da sinistra mette in mezzo ma sbagliando la misura

4′ Ci prova Disanto da sinistra, il suo tiro tiro è però fuori misura

2′ Nel Siena Ilari è più avanzato sulla fascia, il compito di restare bloccato è di Haruna

1′ Partiti

Il Siena veste il completo nero, risponde con il completo bianco il San Donato

14.45 I protagonisti dell’incontro stanno rientrando negli spogliatoi alla spicciolata, a breve l’inizio della sfida

14.20 Le squadre fanno il loro ingresso in campo in questo istante

FORMAZIONE UFFICIALE SAN DONATO TAVARNELLE: Indiani riparte dal 4-2-3-1 e, come all’andata, rinuncia a Gomes. In avanti c’è Pino, supportato da Vieri Regoli, Poli e Disanto

FORMAZIONE UFFICIALE SIENA: tante variazioni nello schieramento scelto da Gilardino, a partire dal modulo. Sarà 4-4-2, col ritorno di Ilari dal primo minuto al pari di Haruna. Davanti accanto a Guidone c’è Orlando

Due sconfitte consecutive il Siena le aveva maturate soltanto durante la sciagurata parentesi a cavallo tra gennaio e febbraio, e come allora il morale in casa bianconera non è dei migliori. Il terzo posto (occupato proprio dal Trestina) dista quattro lunghezze, e da dietro le inseguitrici spingono per provare a scalzare la Robur da una delle posizioni playoff. Una di queste è il San Donato Tavarnelle, che arriva a Siena a caccia di punti.

Non è nemmeno aiutato dalla buona sorte mister Gilardino, che anche per questa giornata dovrà fare a meno di Sare, Guberti e Agnello. A loro si è aggiunto anche Carminati, uscito anzitempo in quel di Trestina. L’unica nota lieta è il ritorno di Forte, anche se il calciatore friulano è reduce da un lunghissimo periodo di stop. In vista dell’impegno odierno, quindi, le scelte sono obbligate o quasi. Dal primo minuto tornerà quasi certamente Martina, al rientro dalla squalifica; la difesa vedrebbe quindi la scalata di Farcas al centro al fianco di uno tra Terigi e Guarino con De Angelis a destra. In mezzo al campo potrebbe rivedersi Haruna, che farebbe scivolare in panchina Bani. Nel tridente offensivo possibilità in rialzo per Gibilterra.

È in un buon momento di forma invece il San Donato Tavarnelle. La squadra di Indiani ha superato abbastanza bene il tour de force di inizio 2021, per rimettersi in pari con le partite giocate, risalendo pian piano la classifica. I gialloblu adesso vedono la zona playoff distante soltanto due punti, e con sei gare ancora da giocare i giochi sono aperti per inserirsi. Con il ritorno dalla squalifica di Vieri Regoli, Indiani ha praticamente tutta la rosa a disposizione per l’incontro del Franchi. Il tecnico di Certaldo, che in carriera ha sempre dato del filo da torcere alla Robur, si affiderà ancora al 4-2-3-1: Polvani (grande partita all’andata) punta a scalzare il ritrovato Frosali in difesa, mentre Vieri Regoli e Poli si apprestano a tornare dal primo minuto. A fargli spazio potrebbero essere Viligiardi e Gomes.

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol