Siena-Reggiana: giochiamola in dodici

Partita impegnativa, tra due squadre appaiate in classifica e che hanno un obiettivo finale comune. Siena-Reggiana torna dopo tre anni dall’ultimo match, movimentato, terminato con la vittoria del Siena grazie ad un rigore negli ultimi secondi di recupero.  Tra i tifosi del Siena e della Reggiana non corre buon sangue e gli episodi delle due ultime sfide sono li a dimostrarlo, ma questo – pur augurandosi che tutto fili liscio – è un aspetto tutto sommato marginale, quello che conta è la partita, ciò che succederà sul campo e il risultato alla fine dei novanta minuti. Partite di questo livello non richiedono tante parole di presentazione, tutti sappiamo le difficoltà di un incontro così difficile e insidioso, per primi Gilardino e i suoi ragazzi che – non abbiamo dubbi – stanno preparandosi al meglio per questa sfida, sfruttando anche un ambiente positivo e propositivo, frutto di quanto di buono fatto vedere finora. E’ inutile sottolineare che, ancora una volta, i tifosi dovranno dare il loro contributo, in termini di partecipazione e incitamento. Dopo due anni di ibernazione, il tifo senese sta rinascendo, lo stadio sta tornando al suo antico splendore grazie anche all’impegno di una curva che è tornata a ruggire. Si giocheranno due partite, una in campo e una dai gradoni. Siamo pronti ormai a ritornare ad essere il dodicesimo uomo. Sarà battaglia, ma i nostri ragazzi non saranno soli. (NN)

Fonte: FOL