SIENA-NOVARA 0-2

SIENA (3-4-1-2): Curci, Ficagna, Terzi, Brandao; Reginaldo, Codrea, Ekdal (dal 1′ st Genevier), Rossi; Jajalo (dal 28′ st Rosi), Ghezzal, Paolucci (dal 38′ st Larrondo). All. Malesani
A disp.: Pegolo, Rosi, Del Grosso, Garofalo, Genevier, Jarolim Larrondo
NOVARA (4-3-1-2): Fontana, Cossentino, Centurioni, Ludi, Coubronne, Evola (dall’8′ st Bigeschi), Vicentini 8dal 31′ st Shala), Morandi, Ledesma (dal 15′ st Jidayi), Gonzalez, Bertani. All. Tesser
A disp.: ujkani, jidayi, Gheller, Bigeschi, Shala, lanteri, Rubino
ARBITRO: Doveri di Roma (Manzini-Iori/Baracani)
AMMONITI: 13′ pt Evola (N), 34′ st Shala (N), 35′ st Rossi (S), 44′ st Ghezzal (S)
ESPULSI: nessuno
MARCATORI: 34′ pt Gonzalez (N), 37′ st Gonzalez (N)
ANGOLI: 10-2
SPETTATORI: 848 (ospiti 250)

Siena-Novara, Tim Cup: chi passa va a San Siro a vedersela con il Diavolo. Siena-Novara è anche la prima di Malesani sulla panchina della Robur: per lui non solo una partita per onorare l’esordio e la competizione, ma anche un buon test di valutazione della squadra. Il nuovo mister bianconero cambia subito: difesa a tre con Ficagna, Terzi, Brandao. Tesser lascia in panchina gli ex Rubino e Bigeschi (vicecampione d’Italia con la Primavera), a casa Ventola, per mantenere il primato.
In un primo tempo noioso, in un Franchi triste e nebbioso (a fare da sottofondo la voce dei circa duecento tifosi ospiti e i cori della Curva contro società e squadra) l’unica emozione è al 34′: Jajalo passa male a Codrea, scatta il contropiede, Gonzalez si mangia Terzi e batte Curci. Il Novara segna e va in vantaggio. Malesani rimane impietrito: gli errori che seguono il gol, sono proprio quelli di una squadra completamente attanagliata dalle proprie paure. Il lavoro è tanto, la strada tutta in salita.
Nei minuti iniziali, mentre il Novara fraseggia a centrocampo, il Siena prova a passare per una volta in vantaggio: al 14′ Ghezzal si avventa sulla punizione di Jajalo, ma è in posizione irregolare e la bandierina si alza, gol annullato. Al quarto d’ora il buon cross di Reginaldo non trova il compagno, preso in controtempo. Al 20′ vola tra i pini della Curva la punizione di Ledesma. La sfida non decolla, ma almeno Malesani riceve il suo coro di benvenuto. Al 29′ Reginaldo mette in mezzo per Paolucci che sbilanciato, di testa, sfiora soltanto. Al gol azzurro la Robur risponde con il cross tagliato di Jajalo che non trova però nessun compagno. Al 42′ Curci è costretto a uscire in tuffo su Ledesma. Al 46′ teso e pericoloso il cross di Bertani che la difesa bianconera riesce a liberare.
Ekdal rimane negli spogliatoi, al suo posto Genevier. Al 3′ su un calcio d’angolo di Jajalo, Ficagna non ci arriva, Fontana fa sua la sfera. Al 5′ l’arbitro non giudica fallosa una trattenuta in area di Ghezzal. Al 9′ il tiro potente di Jajalo da fuori, dopo lo scambio Paolucci-Ghezzal.
La gara, molto molto brutta, si gioca a ridosso della porta azzurra, ma la Robur fa fatica a trovare gli spazi. I cross bianconeri sono tutti preda di Fontana o della retroguardia ospite. Al 19′ Paolucci arriva su quello di Rossi, ma il tiro è facilmente ribattuto da un difensore azzurro. In campo mancano proprio le idee, la Curva invita la squadra ad andare a lavorare. Genevier allora ci prova da solo: da lontano tira forte e conquista un angolo. Sullo sviluppo Ficagna, di testa, mette fuori di poco. Al 23′ il Novara sfiora il raddoppio: Terzi perde palla, Gonzalez, in gioco, vola da solo verso la porta, ma questa volta Curci gli si oppone. Sulla ribattuta Bertani non centra lo specchio della porta. Sul rovesciamento di fronte, prima Ghezzal poi Jajalo non possono niente su un attento Fontana. Quando entra in campo la Curva si scaglia contro Rosi: non ce lo vogliono e lo urlano a tutta voce. Il difensore alla mezz’ora prende palla supera due avversari e tira, la difesa ospite ribatte, Codrea dalla distanza mette fuori. Al 33′ Fontana mette in angolo il tiro preciso di Ghezzal. Senza fortuna e senza sanzione la rovesciata di Paolucci al 34′ in area. Tra rimpalli sfortunati, errori grossolani e mancanza di determinazione e personalità, il Siena non riesce a trovare la via del gol. La trova invece Gonzalez che parte in contropiede e porta il Novara, direttamente dalla Prima Divisione, al Meazza, mentre a tempo scaduto bravo Curci su Bertani. Prima di rientrare nel tunnel che porta agli spogliatoi Ghezzal si avventa contro un tifoso in tribuna che lo ha offeso pesantemente: immagine finale, fedele, della situazione agghiacciante che sta vivendo la Robur.  (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line