Siena-Milan 1-4

SIENA (4-4-2): Brkic; Vitiello, Rossettini, Terzi (dal 35' pt Contini), Del Grosso; Brienza, Vergassola, Gazzi, Grossi (dal 20' st Bogdani); Destro, Larrondo (dal 9' st Bolzoni). All. Sannino
A disp.: Pegolo, Contini, Belmonte, D'Agostino, Bolzoni, Sestu, Bogdani

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Bonera, Yepes, Mesbah; Gattuso (dal 30' st Nocerino), Van Bommel, Muntari (dal 15' st Aquilani); Boateng (dal 34' st El Shaarawy); Cassano, Ibrahimovoc. All. Allegri
A disp.: Amelia, Mexes, Antonini, Aquilani, Nocerino, El Shaarawy, Maxi Lopez

ARBITRO: Brighi di Cesena (Petrella-De Luca/Orsato)
AMMONITI: 15' pt Terzi (S), 40' pt Del Grosso (S), 5' st Gattuso (M), dal 34' st Van Bommel (M)
ESPULSI: nessuno
MARCATORI: 27' pt Cassano (M), 29' pt Ibrahimovic (M), 38' st Bogdani (S), 48' st Ibrahimovic (M)
ANGOLI: 2-7
SPETTATORI: abbonati 7.623 per una quota di 68.781 euro, paganti 7.032 per un incasso di 150.730 euro, totale spettatori 14.655 per un incasso totale 219.511 euro

 

Il Milan passa al Franchi: nel primo tempo Cassano e Ibrahimovic mettono una bella ipoteca sul risultato. Ma il Siena ci crede e, in una ripresa tutto cuore, trova anche la rete che riapre la partita con Bogdani. Poi Nocerino, allo scadere mette la parola fine sull'incontro. Proprio nell'ultimo minuto di recupero la doppietta di Ibra.
Mister Sannino, nell'undici iniziale, sceglie Brkic per difendere la porta. Grossi e Brienza per le fasce, davanti Larrondo ad affiancare Destro. Allegri punta su Cassano dal primo minuto.

Prima del fischio di inizio, la presidente della Robur Valentina Mezzaroma consegna alla campionessa di tuffi Tania Cagnotto, presente al Franchi come testimonial dell'Acra l'associazione non governativa che si occupa di interventi solidali in Africa e America latina, una maglia personalizzata. Come un grosso in bocca al lupo per i prossimi giochi olimpici dalla Robur.

Correre più degli avversari, il monito di Sannino alla vigilia: così i bianconeri, nei primi minuti di gioco, usano le armi dell'aggressività e del pressing sul portatore di palla. Di veri pericoli, però, Abbiati non ne corre e quando Destro cade al limite dell'area, Brighi lo invita a brutto muso a rialzarsi. Il primo affondo rossonero al 7': Abate crossa in area dalla destra, Brkic a terra anticipa Ibrahimovic. Dalla fascia opposta, dai piedi di Boateng parte al 10' un cross che Terzi spazza via senza patemi con Cassano in buona posizione. Al 13' a mettere in mezzo è invece Del Grosso, Destro fa a spallate con Yepes e ha la peggio. Al 15' Boateng prova a sfondare, si scontra con Terzi, la palla arriva a Ibra che, con Del Grosso addosso, non centra la porta. Al 16' la retroguardia bianconera è ben attenta su Cassano. In una partita senza troppe emozioni Vergassola recupera mille palloni, Del Grosso placca il gigante svedese, il Milan non va oltre la trequarti. Fino al 23' quando Cassano trova Boateng, che di testa centra la traversa, ma è alzata la bandierina del fuorigioco. Poi l'errore: Brkic non trattiene sulla conclusione di Ibrahimovic e Cassano, che approfitta della ribattuta, segna la sua terza rete stagionale. In due minuti il raddoppio rossonero: la solita prodezza di Ibra che, dentro l'area, si porta palla sul sinistro a velocità supersonica e tira forte da fermo sotto l'incrocio dei pali. Al 33' Brkic riesce a neutralizzare in angolo la cannonata di Boateng. Al 35' Terzi, infortunato, lascia il posto a Contini. Al 36' Vergassola verticalizza per Larrondo, Abbiati è costretto a uscire dalla sua area, un minuto dopo Destro viene fermato (ingiustamente) in fuorigioco. E' comunque il Milan che fa la partita. Al 42' Rossettini e Contini chiudono il varco a Muntari. E' al 44' la Robur ha la possibilità di riaprire la gara: Grossi serve Destro che a tu per tu con Abbiati scivola e permette alla difesa rossonera di liberare.

Nella ripresa, con gli stessi uomini in campo Destro (2') prova subito a farsi perdonare l'errore. Parte verso la porta, la punta e tira, ma la conclusione è debole e centrale e Abbiati non ha problema. Ancora Destro al 4' costringe Bonera a mettere in angolo. Sugli sviluppi il numero 22 stacca, ma l'arbitro ferma il gioco per fallo di confusione: il Franchi applaude ironicamente. Al 7' Del Grosso crossa, Larrondo dà a Brienza che al volo alza troppo. Al 13' nessun problema per Brkic sul tiro di Boateng. Al 20' Rossettini fa le veci di Vitiello, crossa in area, Brienza sforbicia, Abbiati smanaccia. Al 23' Ibrahimovic ci prova dalla distanza, Brkic intercetta e manda in angolo. Al 25' Vitiello si immola per togliere palla allo svedese. Al 26' Brkic in scivolata interviene su Aquilani, nuovo tiro dalla bandierina per il Milan. Punizione per la Robur al 28' (fallo di Gattuso, al quale brighi risparmia il secondo giallo): tira Brienza, Destro, comunque in fuorigioco, ci prova di testa, Abbiati è attento. Al 30' Bogdani viene fermato dal guardalinee. Al 35' Brienza tenta il passaggio a Bogdani ma Mesbah fa buona guardia. Poi è Bonera a negare la gioia al Siena. La Robur insiste e al 38' arriva il gol bianconero: Brienza scambia con Destro, sulla ribattuta di Abbiati Bogdani mette a segno l'1-2. Il Milan prova a reagire subito con Ibra, ma non va oltre l'angolo. Poi è bravo Contini (43') a togliere una palla pericolosa dalla sua area. Il Siena ci crede, ma al 45' Nocerino, con una gran botta, mette al sicuro il risultato. Chiude Ibra, ben servito da Cassano, con la sua doppietta. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line