Siena-Lazio: le pagelle del Fedelissimo

Pegolo Non ha avuto molte occasioni per mettersi in mostra, ma è parso sicuro 6,5

Angelo Chiamato a sostituire una colonna dell’ottimo reparto difensivo senese come Vitiello, il brasiliano ha giocato la sua miglior partita da quando veste la maglia della Robur. preciso in difesa e pronto a ripartire. Fa arrabbiare Sculli in più di un’occasione. 6,5

Rossettini Gioca da par suo e contribuisce con il compagno di reparto, ad annullare Cissè e Klose. Ha lasciato davvero poco ai due colossi laziali. 7

Terzi Vedi Rossettini. 7

Del Grosso Mette la firma sulla vittoria servendo un assist perfetto a Destro in occasione del quarto goal. Lotta come sempre e con successo. 7

Grossi Per l’impegno meriterebbe 8, ma sulla sua fascia trova diverse difficoltà. Recupera e riparte, ma sbaglia troppo in fase d’attacco. 6

Gazzi Un gladiatore. In mezzo al campo. Vince quasi tutti i duelli confermandosi elelmento fondamentale del centrocampo senese. 7

Bolzoni Chiamato in causa per sostituire D’Agostino, se la cava alla grande. Non molla mai un pallone, costituendo con Gazzi una coppia insuperabile per i deludenti centrocampisti laziali. 7

Brienza Sembra partire piano, ma più passano i minuti più lasci il segno, vedi l’azione del primo rigore. Una spina del fianco. 7

Destro  Il protagonista assoluto della giornata. Ai difensori laziali girerà ancor ala testa. La prima rete è da manuale, si conquista un rigore sacrosanto e chiude la partita con magistrale colpo di testa. Nel mezzo tanto movimento e azioni pericolose. Il migliore 9

Calaiò Anche l’arciere è tornato al goal, seppur su rigore. Ha messo in difficoltà la retroguardia biancoceleste insieme a Destro e solo la sfortuna non l’ha premiato con un’altra rete. Avanti così! 7

Mannini Si rivede dopo qualche assenza, ma non incide come dovrebbe. Da lui e dalle sue qualità indiscutibili, ci aspettiamo di più. 6 di stima.

Codrea Torna a calcare il palcoscenico più importante, dopo gli exploit della Coppa Italia, e lo fa senza fronzoli, con impegno e dedizione. 6

Reginaldo Gioca troppo poco per essere giudicato. N.g.

 

Negativo  Oggi è difficile trovare difetti ai bianconeri. Tutto bene, tutto perfetto, anche grazie alla Lazio, rimasta con la testa alle feste natalizie. L’importante, adesso, è riconfermarsi subito per dimostrare di aver ripreso il controllo della situazione dopo due mesi di buio.

Positivo  Tutto! Noi tifosi volevamo attaccanti nuovi, quelli in rosa hanno fatto vedere di che pasta sono fatti. Dopo qualche giornata senza reti, ecco l’abbuffata che ci aspettavamo. La difesa si è confermata una delle migliori del torneo e il centrocampo ha vinto alla grande il confronto con quello laziale. La squadra ha giocato seguendo ciecamente il credo sanniniano del 4-4-2, confermando di essere più che mai figlia dell’allenatore. La presenza contemporanea di due ottimi interditori come Bolzoni e Gazzi, ha dimostrato, però, che un modulo così spregiudicato funziona bene solo con un  centrocampo più che solido.

Antonio Gigli

 

Fonte: Fedelissimo online