Siena-Latina: Le pagelle del Fedelissimo

Lamanna Nessun problema per il portiere bianconero. Quando è stato impegnato si è distino in almeno tre ottime uscite. 6.5
Matheu Lentamente sta tornando il giocatore di belle speranze che era qualche tempo fa. Oggi ha fornito una prova senza sbavature eccessive. 6,5
Dellafiore E’ ormai una sicurezza del nostro reparto difensivo. Ha giocato tanti palloni, fiungendo spesso anche da regista arretrato facendo ripartire la squadra. 7
Giacomazzi Uno dei vecchietti terribili del Siena. Non ha sbagliato quasi nulla in un ruolo, ricordiamocelo, che non è il suo. 6,5
Angelo Un motorino. E’ in forma e si vede, offre il cross vincente a Rosseti. 7
Milos Non molto preciso, ma se l’è cavata bene provando ad offendere come gli richiede, sulla fascia di competenza. 6
Pulzetti E tornato il Pulzetti che avevamo ammirato nelle prima parte del torneo. 6,5
Valiani Un gladiatore. Lotta come un forsennato ed è una spina nel fianco per gli avversari. 6,5
Rosina Non è stata la sua miglior partita, ma le attenzione degli avversari era tutte per lui. Resta il fatto di avere un campione che lotta fino alla fine. 6
Giannetti Non ha avuto molto tempo per dimostrare le sue qualità. 6
Rosseti Un attaccante vero, un uomo da area rigore. Nonostante la giovane età, mostra carattere e sicurezza. Ha una media realizzativa notevole e un futuro roseo davanti. 7,5 il migliore
Spinazzola Chiamato a sostituire Giannetti se l’è cavata discretamente. 6
Schiavone Messo in campo per arginare gli attacchi del Latina, svolge il suo compito. 6
Bedinelli Gioca pochi minuti ma dimostra di avere ottime qualità. 6

Positivo Il Siena ha sfruttato al massimo le poche possibilità avute. Ha controllato bene le punte avversarie e non ha rischiato molto, nonostante la pressione finale dei laziali. I giovani bianconeri sono delle certezze e fanno sperare in un futuro migliore.

Negativo Forse non c’è stato lo spettacolo visto altre volte, ma va bene così. Potevamo provare a chiudere la partita, ma il Latina, difendendosi a pieno organico, non permetteva molto.

Antonio Gigli

Fonte: Fedelissimo Online