SIENA – INTER: Le pagelle di Giovanni Pellicci

SIENA – INTER: Le pagelle di Giovanni Pellicci

 

Siena

Curci 7,5: primo tempo strepitoso con almeno 4 grandi parate che stoppato la marcia interista. Nella ripresa si arrende solo alla conclusione di Milito. Sarà difficile convincerlo a scendere in serie B.

Rosi 7: è chiaro che sotto la maglia bianconera batte un cuore giallorosso, infatti spinge sulla fascia destra come un ossesso. Quando entra l’ex laziale Pandev sono scintille. Stagione in crescendo che li varrà un’altra maglia (Genoa?) nella massima serie.

Cribari 5,5: nervoso e subito ammonito, rischia più volte la doccia anticipata. Per non rischiare Malesani lo toglie all’intervallo. Torna alla Lazio dopo un discreto girone di ritorno condizionato da qualche squalifica di troppo

Brandao 5,5: si rivede in campo dopo mesi ma soffre l’onda d’urto dell’Inter.

Terzi 6,5: sui palloni alti se la cava egregiamente su Milito, ma quando l’argentino tenta l’affondo in velocità tutto si complica. Nella ripresa il  Principe li scappa e inizia la festa neroazzurra. 

Del Grosso 6: in Balotelli ha un cliente scomodissimo che lo costringe al giallo dopo neanche 15′. Per fortuna Mourinho inverte spesso la posizione del neroazzurro e lui contribuisce a far reggere il fortino bianconero finché può.

Codrea 5,5: schiacciato dal 3-1 offensivo dell’Inter, è in affanno nel proteggere la difesa e nell’impostare il gioco dei suoi. Il suo futuro è da decifrare

Reginaldo sv

Jajalo 6: conferma di avere qualità per far parte del progetto futuro del Siena ma deve ancora maturare tanto e lasciar perdere leziosismi eccessivi.

Ekdal 6: è sua l’occasione che potrebbe cambiare la storia della giornata dopo 8′ ma il suo esterno destro finisce al lato. Probabilmente tornerà alla “casa madre” Juve ma varrà la pena provare a trattenerlo.

Vergassola 6,5: tiene alta la bandiera bianconera fino all’ultimo minuto. Il futuro del Siena deve ripartire da lui e da gente con un dna simile al suo.

Ghezzal 5,5: giochiccia senza infamia e senza lode, aiutando i compagni sopratutto nella fase difensiva con la sua grande corsa. Lo rivedremo al Mondiale con la maglia dell’Algeria. 

Maccarone 6: prova a mettere i brividi agli interisti con qualche proiezione offensiva ed una conclusione dalla lunga distanza. Alza bandiera bianca per un problema muscolare. Presto capiremo se si tratta di un addio o di un arrivederci (8′ st Calaiò 5,5: ci mette tanta generosità ma non riesce a rendersi pericoloso).

Malesani 6,5: chiude la stagione con un Siena ben messo in campo e volitivo che, a prescindere dalla tante chiacchiere della settimana, mette in campo il giusto spirito sportivo e fa venire l’ansia scudetto all’Inter. 

 

Arbitro Morganti 6: fin troppo severo nel dirigere una gara che, nonostante tutto, è molto corretta. Eccessiva l’ammonizione comminata a Cribari.

 

Inter

Julio Cesar 6 – Maicon 6, Samuel 6, Materazzi 5,5, Zanetti 6 – Thiago Motta 6 (8′ st Pandev 6), Cambiasso 6,5 – Eto’o 6,5, Sneijder 6 (28′ st Chivu sv), Balotelli 6,5 (12′ st Stankovic 6) – Milito 7.

 

Fonte: Fedelissimo Online