SIENA: IN 7 INFLUENZATI E GUARITI, POSSIBILE VIRUS A

Nello spogliatoio del Siena potrebbe essere passato il virus dell’influenza A H1N1. Nei giorni scorsi
sono stati a letto con febbre alta, per poi guarire in pochi giorni, sette giocatori: Brandao, Fini, Del Grosso, Terzi, Rossi, Maccarone e Paolucci. E i sospetti sul contagio da virus A aumentano, considerando che alcune settimane fa tutta la squadra e lo staff tecnico erano stati sottoposti a vaccinazione (come ogni anno) per la normale influenza stagionale.
«Si è trattato – spiega Andrea Causarano, responsabile dello staff medico del Siena – di una forma virale a rapido contagio e altrettanto rapida risoluzione».

Il virus A?
«Potrebbe anche essere stato, ma considerando la scarsa aggressività della sindrome influenzale – risponde il medico -,abbiamo volutamente scelto di non compiere accertamenti particolari. Si è trattato di un normale attacco influenzale, l’unico problema è stato dovuto alla mancata copertura con il vaccino».
Buon per il Siena, che il virus si sia propagato nella settimana della sosta del campionato. «Da questo punto di vista ci riteniamo fortunati – afferma Causarano – perchè se avessimo giocato ieri, avremmo avuto seri problemi di formazione».
Causarano aveva sostenuto con forza la proposta del medico della Nazionale Enrico Castellacci, che aveva chiesto di inserire i calciatori tra le categorie da vaccinare dall’influenza A H1N1, proprio per evitare il rischio di decimazioni della rosa in pochi giorni a causa dell’inevitabile contatto tra giocatori in ambienti ristretti come gli spogliatoi-

Fonte: La Repubblica