Finale: Siena-Gubbio 1-2

SIENA-GUBBIO 1-2 (25′ Caccavallo, 47′ rig. Sainz Maza, 78′ D’Amico)

SIENA (4-3-3): Lanni; Laverone (67′ Fabbro), Terzi (74′ Dumbravanu), Farcas, Favalli (79′ Guberti); Cardoselli, Guillaumier (79′ Bani), Meli (67′ Mora); Caccavallo, Ardemagni, Disanto. A disposizione: Mataloni, Bastianello, Pezzella, Zaccone. Allenatore: Padalino.

GUBBIO (4-3-3): Meneghetti; Formiconi, Signorini, Redolfi, Tazzer; Malaccari (81′ Lamanna), Di Noia, Francofonte; Arena (81′ Fantacci), Sarao, Sainz Maza (67′ D’Amico). A disposizione: Ghidotti, Sergiacomi, D’Angelo, Righetti. Allenatore: Torrente.

ARBITRO: Rutella di Enna (Cerilli-Martinelli; IV uomo: Cardella di Torre del Greco)

MARCATORI: 25′ Caccavallo (S), 47′ rig. Sainz Maza (G), 78′ D’Amico (G)

AMMONITI: Favalli, Di Noia, Farcas, Sainz Maza, Guillaumier, Guberti

NOTE: 2202 spettatori (abbonati+biglietti). 260 paganti (di cui 83 ospiti). Angoli: 5-4. Recupero: 1′, 4′.

Prosegue il momento negativo della Robur, che torna a subire una sconfitta anche tra le mura amiche che mancava dallo scorso dicembre contro il Pontedera. I bianconeri, dopo aver chiuso in vantaggio la prima frazione, subiscono il pari ad inizio ripresa con il rigore trasformato da Sainz Maza. Il Gubbio completa l’opera con D’Amico, lasciato troppo solo a centro area sul cross di Arena. Quarta sconfitta nelle ultime cinque partite e per la Robur adesso è notte fonda

94′ Fine partita

92′ Ammonito Guberti per proteste

90′ Quattro minuti di recupero

88′ Altro cambio di fronte di Guberti per Disanto, che però da buona posizione si coordina male e spara alto

86′ Occasione per la Robur. Guberti dalla sinistra si crea lo spazio e va al cross, Fabbro prova l’anticipo di testa poi la palla finisce al limite a Cardoselli che però manda alto sopra la traversa

81′ Cambi anche nel Gubbio. Fuori Malaccari e Arena, dentro Lamanna e Fantacci

79′ Corre ai ripari Padalino. Dentro Guberti e Bani per Guillaumier e Favalli

78′ La ribalta il Gubbio. Arena da sinistra crossa a centro area dove D’Amico è da solo e appoggia in rete

76′ Occasionissima per il Gubbio. La formazione eugubina sfonda a sinistra, dialogo tra D’Amico e Tazzer, quest’ultimo calcia sul secondo palo ma manda a lato

74′ Altra sostituzione nel Siena. Fuori Terzi, acciaccato, dentro Dumbravanu

67′ Cambio anche nel Gubbio. Esce Sainz Maza, dentro D’Amico

67′ Doppio cambio nella Robur. Fuori Laverone e Meli, dentro Fabbro e Mora

64′ Ammonito anche Guillaumier, punito un intervento da dietro ai danni di Sarao

62′ Arena prova l’ennesima incursione dalla destra, il suo cross però è troppo profondo

59′ Farcas imbecca con un filtrante Favalli che sulla linea di fondo crossa di prima intenzione, bravo Meneghetti a fare sua la sfera

58′ Intervento in ritardo di Sainz Maza su Cardoselli, ammonito l’autore del gol del Gubbio

56′ Ci riprova Caccavallo dal limite dell’area, il suo sinistro è bloccato in presa bassa da Meneghetti

53′ Punizione tagliata di Disanto da sinistra, Meneghetti smanaccia in corner con un buon riflesso

48′ Sarao fa da sponda con la testa a Francofonte che col destro prova a calciare ma trova presente Lanni

47′ Realizzazione centrale di Sainz Maza che spiazza Lanni

46′ Subito calcio di rigore per il Gubbio. Sarao prova una girata a centro area e trova l’opposizione col braccio di Farcas, ammonito nella circostanza

46′ Ripartiti

Una rete di un Caccavallo in grande spolvero permette alla Robur di chiudere in vantaggio la prima frazione. I bianconeri partono al rilento ma poi si tolgono di dosso un po’ di torpore e alla fine sbloccano la gara. Il Gubbio però risponde presente e con un buon fraseggio nel finale prova ad impensierire la retroguardia bianconera. Partita ancora aperta

47′ Fine pt

46′ Gran contropiede della Robur, Caccavallo avanza sulla destra e poi apparecchia per Cardoselli che, al limite, calcia ma trova l’opposizione di Redolfi. La sfera arriva a Meli che dal limite spara alto

45′ Un minuto di recupero

44′ Bel traversone di Laverone dalla destra, Meneghetti esce con i tempi giusto

42′ Brutto fallo di Di Noia su Meli, ammonito il centrocampista del Gubbio

39′ Azione tambureggiante del Gubbio, che prova tre volte la conclusione dal limite con Di Noia e Arena, ma la difesa della Robur respinge in tutte le circostanze

36′ Laverone vince un rimpallo e avanza con la palla fino al limite, il suo suggerimento filtrante per Ardemagni è positivo ma l’attaccante viene chiuso in uscita da Meneghetti

34′ Giallo per Favalli, intervenuto in ritardo su Malaccari

31′ Spinge ancora il Gubbio, Formiconi rimasto in area di rigore cerca sul secondo palo Redolfi che calcia di prima intenzione ma viene murato

30′ Sainz Maza prova il tiro da centro area, tiro deviato da Laverone in corner

27′ Penetrazione di Disanto dall’out mancino, chiusura provvidenziale di Formiconi

25′ Vantaggio della Robur! Grande azione personale di Caccavallo, che da destra vince un contrasto con Tazzer e poi mette la sfera sul secondo palo con un mancino chirurgico

19′ Arena taglia in due la difesa bianconera, poi al limite scarica per Francofonte che calcia col sinistro da ottima posizione ma manda a lato di pochissimo

16′ Scambio rapido al limite dell’area della Robur, Arena allarga su Formiconi che però sbaglia completamente il traversone nonostante la buona posizione

14′ Iniziativa di Caccavallo sul versante destro, l’esterno bianconero si accentra da destra e va a calciare ma il suo tiro va alle stelle

9′ Palla persa da Guillaumier a centrocampo, il Gubbio riparte in contropiede e Arena si accentra, il suo mancino si spegne alto sopra la traversa

7′ Cross di Disanto dalla sinistra, Signorini fa buona guardia e allontana di testa

4′ Ritmi bassi in questo avvio di gara, squadre ancora che si stanno studiando

1′ Partiti

Gubbio con la maglia rossoblu, calzoncini e calzettoni bianchi. Robur con la maglia inquartata bianconero, calzoncini e calzettoni neri

14.15 Tornati negli spogliatoi i calciatori, a breve il fischio d’inizio

13.50 Squadre in campo per il riscaldamento

FORMAZIONE UFFICIALE GUBBIO: scelte pressoché obbligate per Torrente, che schiera l’undici immaginato alla vigilia. L’unica sorpresa è la partenza dal primo minuto di Meneghetti in porta al posto dell’acciaccato Ghidotti

FORMAZIONE UFFICIALE SIENA: la conferma del 4-3-3 era attesa, ma come al solito Padalino modifica alcuni interpreti nello schieramento iniziale. Torna a sorpresa Farcas al centro della difesa con Terzi, così come viene rispolverato dal primo minuto l’ex di turno Caccavallo dopo il turno di stop per motivi disciplinari. A centrocampo con Guillaumier ci sono Meli e Cardoselli

Tre partite nello spazio di una settimana che delineeranno in maniera pressoché definitiva le prospettive della Robur. I bianconeri sono reduci da altrettante sconfitte nelle ultime quattro sfide e contro il Gubbio hanno un solo risultato per continuare a sperare nei playoff che al momento distano tre lunghezze, tenendo uno sguardo sempre attento a quello che succede alle spalle dove la situazione è in continua evoluzione.

Mister Padalino anche stavolta deve far fronte ad una lunga lista di assenze, su tutte quelle di Bianchi e Paloschi, che hanno rimediato infortuni pesanti nella sfida di Pescara. Se per il centrocampista è viva la speranza di rientrare prima della fine del campionato, per l’attaccante la sensazione è che la stagione sia finita dopo la ricaduta al polpaccio rimediata all’Adriatico. Ancora out anche Terigi e Crescenzi.

Contro gli eugubini, il tecnico foggiano riproporrà il 4-3-3 visto a Pescara, sia per necessità che per le buone risposte avute nella prima frazione giocata in Abruzzo, pur al netto della penuria di occasioni in fase realizzativa. Si rinnova il duello Mora-Laverone sulla fascia destra, mentre a centrocampo Meli e Cardoselli si lottano un posto da titolare. In avanti possibile chance dal primo minuto per Fabbro, che dovrebbe affiancare nel tridente Disanto e Ardemagni.

Anche il Gubbio si presenta all’incontro in una versione molto rimaneggiata. Infatti, oltre agli squalificati Bonini e Bulevardi (per il centrocampista sarebbe stata la prima volta da ex al Franchi) ed al lungodegente Aurelio, mister Torrente deve rinunciare a Cittadino, Migliorini e in extremis anche a Spalluto e Mangni. Il primo dubbio di formazione riguarda la porta, dove Ghidotti ha recuperato ma non è al meglio; da non escludere la partenza dal primo minuto di Meneghetti. In difesa torna Formiconi, mentre in mezzo le scelte sono pressoché obbligate. In avanti si rivedrà dal primo minuto Arena con Sarao e Sainz Maza.

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol