SIENA-GAVORRANO 5-0: APRE TROIANIELLO, CHIUDE CALAIO’

SIENA: Coppola, Vitiello, Rossettini, Terzi, Del Grosso (dal 33′ st Mannini); Troianiello (dal 15′ st Pettinari), Codrea, Carobbio (dal 1′ pt Bolzoni), Reginaldo (dal 1′ pt Mounard); Larrondo (dal 15′ st Danti), Immobile (dal 15′ st Calaiò). All. Conte
GAVORRANO (formazione iniziale): Lanzano, Ibojo, Menichetti, Galbiati, Miano, Bettini, Manzo, Bodano, Pedalino, De Gori, Nocciolini All. Magrini
MARCATORI: 4′ pt Troianiello, 15′ pt Immobile, 29′ pt Larrondo, 41′ pt Reginaldo, 35′ st Calaiò.
ARBITRO: Reni di Pistoia (Pugi-Bandettini)

Tanti tifosi a salutare la Robur. E’ la prima uscita dei bianconeri ad Abbadia San Salvatore e il pubblico c’è, curioso di vedere all’opera il nuovo Siena targato Antonio Conte. L’avversario è il Gavorrano, neo promosso in Seconda Divisione Lega Pro. Nel 4-4-2 iniziale al centro della difesa Rossettini e Terzi. In mezzo Codrea e Carobbio con Troianiello a destra e Reginaldo a sinistra. Davanti il giovane tandem Immobile-Larrondo. Vergassola, Kamata e Mastronunzio non sono ancora disponibili (per loro lavoro differenziato). Ad assistere all’amichevole, al bordo del campo, Paolucci e Zito.

Si divertono i tifosi, con un Siena a trazione anteriore che non rischia praticamente niente.
Tre minuti e la Robur va subito vicinissima al gol: Rossettini centra la traversa, poi fuori al 4′ la conclusione dalla distanza di Nocciolini. Al 7′ Immobile tenta il tiro, Miano salva di tacco. Passa solo un minuto che arriva l’1-0 bianconero: Immobile ci prova, Lanzano respinge, Troianiello solo solo, si avventa sulla palla e porta in vantaggio i bianconeri. Al 10′ bella l’apertura di Carobbio per Troianiello che non va oltre l’angolo. Fuori al 14′ il colpo di testa di Immobile. Tra le braccia di Coppola il traversone di Nocciolini. Di bella fattura la rete del raddoppio bianconero firmato Immobile al 15′: l’ex Juve riceve da Codrea stoppa di destro e tira, niente da fare per Lanzano. Occasionissima per Larrondo: supera la marcatura e da solo a porta spalancata mette alto (18′). Bellissima anche la rete di Larrondo al 29′: l’argentino riceve da Del Grosso, supera due difensori e con un bel pallonetto di destro beffa il portiere del Gavorrano. Mentre Coppola non ha nessun problema sul colpo di testa di Nocciolini, Lanzano, dall’altra parte sbaglia il rinvio: Reginaldo non riesce ad approfittarne. Al 36′ Pedalino parte in fuorigioco, il guardalinee fa proseguire, ma la sua conclusione non impensierisce Coppola. Il portiere bianconero salva poi in angolo sul tiro di Manzo. E’ Reginaldo cala il poker al 41′: ottimo scambio là davanti, la palla arriva a Reginaldo con il suo rasoterra vincente.

A inizio ripresa Conte sostituisce Carobbio con Bolzoni, Reginaldo con Mounard. I ritmi sono abbastanza lenti, ma le idee sempre chiare. Le azioni più pericolose passano tutte dalla destra: Troianiello è in gran forma e anche al 14′ brucia tutti, defilato crossa, ma non trova nessun compagno. Cambia il mister: dentro Calaiò e Danti davanti, Pettinari rileva Troianiello. Applausi per i bianconeri. Urla Conte dalla panchina. Alta sullo specchio della porta la conclusione dalla distanza di Del Grosso. Alta anche la punizione battuta da Calaiò al 23′. Al 26′ perfetto il cross di Mounard per l’Arciere ben appostato in area: l’attaccante si gira e tenta il tiro. Il portiere avversario gli dice no. Alta la bandierina del fuorigioco al 30′ ad annullare la rete del numero 11. Al 32′ costringe Lanzano all’angolo dopo un buono scambio con Danti. Al 35′ arriva finalmente il gol di Calaiò, festeggiato dal suono della vuvuzela portata dai tifosi della Robur. Un gran sinistro potente che sbatte sul palo e supera la linea. Alla sinistra di Lanzano il tiro dalla distanza di Codrea. Ottima intervento di Mannini al 40′ recupera un avversario e riesce a rubargli palla: applausi anche per il giovane senese, entrato al posto di Del Grosso. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line