Siena-Cuneo 1-0

Siena (4-3-1-2): Pane; Rondanini, Sbraga, D’Ambrosio, Iapichino; Bulevardi (66' Damian), Gerli, Vassallo (83' Guerri); Cruciani (66' Guberti); Santini, Marotta (89' Panariello). A disposizione: Rossi, Dossena, Emmausso, Neglia, Crisanto, Mahrous, Cleur, Solini. Allenatore: Michele Mignani.
Cuneo (4-3-1-2): Moschin; Di Filippo, Conrotto, A. Cristini, Testoni (66' Sarzi Puttini); M. Cristini (65' Zamparo), Rosso, Gerbaudo; Schiavi; Galuppini (77' Bruschi), Dell’Agnello. A disposizione: Bambino, Zigrossi, Zappella, Baschirotto, Boni, D’Agostino, Secondo, Maresca. Allenatore: William Viali.
Arbitro: Proietti di Terni (assistenti: Lombardo e Zingrillo).
Marcatore: 43' Iapichino (S).
Espulso; Cristini M. (C).
Ammoniti: Guerri (S), Gerbaudo (C).
Spettatori: 2.753 di cui 1.859 abbonati e 894 paganti. 19 ospiti. 19070 euro incasso (compresa quota abbonati).

Un brutto Siena trova la vittoria grazie ad un sussulto di Iapichino, che trova un gran gol in chiusura di primo tempo. Marotta sfiora il raddoppio (traversa), Pane salva il risultato, Cristini viene espulso e la partita finisce lì. C'è stato un momento, nel secondo tempo, in cui il tabellone ha proiettato il 2-2 di Arzachena-Livorno. Il boom dello stadio, Guberti che sprona i suoi mentre si riscalda, Vassallo impazzito in campo… poi Luci ha spento la luce, e il distacco resta di due punti. A -2 dalla fine, il Livorno ne deve perdere una tra Carrarese e Piacenza. Si fa dura. Ma è lecito provarci, con un secondo posto in cassaforte.

94' fine partita

92' ammonito Gerbaudo

91' giallo per Guerri

91' contropiede Siena, ma Damian sbaglia il passaggio per Iapichino

90' quattro di recupero

89' fuori Marotta, dentro Panariello

85' espulso Mignani per proteste

83' dentro Guerri per Vassallo

80' rosso per Cristini, per una spinta su Santini a ridosso della bandierina

77' dentro Bruschi, fuori Galuppini

73' punizione battuta corta, Guberti cerca il tunnel dalla stessa posizione con cui fece gol con l'Arzachena e calcia, sulla ribattuta Sbraga è in fuorigioco

69' Santini calcia alto col sinistro dopo un'iniziativa sulla destra di Rondanini

66' doppio cambio anche per Mignani: fuori Cruciani e Bulevardi, dentro Guberti e Damian

65' doppio cambio Cuneo: dentro Sarzi Puttini e Zamparo, fuori Testoni e Cristini

60' arriva sul tabellone del Franchi il 2-2 dell'Arzachena contro il Livorno ed è un boato dagli spalti. Guberti avverte i compagni, Damian si mette le mani nei capelli dalla gioia

58' Vassallo riparte forse commettendo fallo, contropiede 4 vs 3, Santini mette in mezzo per Marotta che da pochi passi centra la traversa!

56' punizione Schiavi, di testa Conrotto da centro area ed è miracoloso Pane a salvare di piede!

54' Marco Cristini da fuori, palla alta

52' brivido Cuneo con Galuppini, che su punizione sfiora il secondo palo, salvato Pane

49' schema su angolo, Iapichino libera Cruciani che calcia ma viene murato dalla difesa

Ripreso il secondo tempo senza nessun cambio.

46' fine primo tempo. La Robur fatica tantissimo ma la sblocca nel finale con un capolavoro di Iapichino. Prima occasioni per Santini e Marotta, ma troppi palloni persi e confusione contro un Cuneo ordinato e attento.

45' un minuto di recupero

43' Iapichino!!!! Il terzino bianconero ignora la sovrapposizione di Vassallo e da 30 metri lascia partire un sinistro di collo pieno che si spenge al set!!!

42' Cruciani calcia male, la palla rotola lentamente fuori

40' Schiavi da lontanissimo, Pane para in due tempi

38' Santini fa fallo su Rosso, Mignani protesta e l'arbitro va a richiamarlo

36' Marotta! Cruciani in area, un rimpallo favorisce il capitano che la manda fuori col destro!

25' Bulevardi di esterno destro, palla fuori di poco

22' Marotta crea scompiglio sulla sinistra e crossa, Santini anticipato da Moschin

19' idea di Vassallo per Cruciani, che da sinistra cerca Santini ma viene anticipato

18' Vassallo perde palla, Galuppini calcia subito col sinistro, palla abbondantemente a lato

13' Gerbaudo da fuori scalda le mani di Pane

10' Santini colpito in testa deve uscire, rientra con una vistosa fasciatura

8' Bulevardi intercetta a centrocampo e serve Santini, che ignora i movimenti di Marotta e Vassallo e calcia alto da fuori

6' pallone perso da Santini, bravo Bulevardi nel contrasto e poi nel prendere fallo

3' Marotta strappa fallo sulla trequarti. Batte Cruciani, palla direttamente tra le braccia di Moschin

Partiti!

14.25 squadre in campo. Siena in completo nero, Cuneo in bianco e caratteri e colori rossi. Primo pallone giocato dal Cuneo che attaccherà sotto la Curva Robur Guasparri

14.20 a centrocampo vengono salutati i ragazzi della Usd Virtus Bagnolo, che partecipano al campionato “Quarta Categoria” e vestono dalla scorsa stagione la maglia della “Robur Siena for special”. Presente in tribuna anche Francesco Ghirelli, segretario generale della Lega Pro. La società ha invitato anche i cittini delle contrade di Tartuca, Torre e Valdimontone.

14.15 FORMAZIONE CUNEO: Andrea Cristini al posto di Boni in difesa, poi Schiavi dietro Galuppini e il livornese Dell'Agnello nel 4-3-1-2 di William Viali

13.55 squadre in campo per il riscaldamento sotto un sole quasi estivo. C'è Cruciani sulla trequarti, c'è Santini davanti con Neglia e Guberti in panchina.

L'assenza di Stancampiano lancia Moschin, che ritrova la sua ex squadra per la seconda volta (all'andata vestiva la maglia della Carrarese e regalò un rigore a Marotta). L'altro ex, Secondo, parte dalla panchina. Probabile l'utilizzo di Schiavi sulla trequarti a ricopiare il modulo del Siena. Mignani, senza Brumat e Cristiani, è indeciso se lanciare subito Guberti o se confermare Cruciani. Torna Damian dalla squalifica, Neglia favorito a Santini per affiancare Marotta.

Il Pisa, vincendo ieri col Pontedera (3-0 in una partita dominata in lungo e largo, sui cui pesa però un rigore più che generoso) ha raggiunto la Robur al secondo posto, ma con due partite in meno da giocare. Per questo la sfida di oggi è decisiva: per le statistiche (nei tre precedenti il Cuneo non è mai stato battuto), per blindare il secondo posto (servono 4 punti per assicurarsi il miglior piazzamento playoff) e per tenere vivo il sogno promozione diretta, sperando in notizie positive dalla Sardegna.

Il Siena torna a giocare in casa dopo un mese e tre trasferte di fila (Pontedera, Piacenza e Arezzo). Finalmente, verrebbe da dire, visto che negli ultimi tempi le statistiche si sono rovesciate: male fuori (4 sconfitte su 5), bene al Franchi, dove sono arrivati 8 risultati utili: pari con Pisa, Carrarese e Gavorrano, vittorie con Arezzo, Olbia, Prato, Viterbese e Pistoiese. L'ultimo k.o. interno (2-3 col Pontedera) risale al 12 novembre. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol