Siena-Cittadella 1-1

SIENA (4-3-3): Lamanna, Angelo, Dellafiore, Morero, Grillo, D’Agostino (73’ Valiani), Vergassola, Pulzetti, Rosina, Paolucci (45’ Giacomazzi), Giannetti (80’ Rosseti). All. Beretta.  A disp.: Farelli, Milos, Feddal, Mannini, Bedinelli, Rosseti, Schiavone, Valiani, Giacomazzi.

CITTADELLA (3-5-2): Di Gennaro, Coly, Pellizzer, Busellato, Colombo (79’ Perez), Pecorini, Alborno, Di Donato (73’ Paolucci), Di Roberto, Sosa, Coralli (64’ Dumitru). All. Foscarini. A disp.: Pierobon, Gasparetto, Minesso, Dumitru, Perez, Paolucci, Marino, De Leidi.

ARBITRO: Ghersini, di Genova (Citro, Tolfo, Formato)

AMMONITI: D’Agostino, Alborno, Pellizzer, Grillo, Pulzetti

ESPULSI:

MARCATORI: 62’ Giannetti, 90’ Di Roberto

RECUPERO: 2’, 3’

ANGOLI: 1-5

SPETTATORI: 5.680 totali (5.032 abbonati, 648 paganti), incasso totale 30.512 euro

L’occasione era troppo invitante ed alimenta ancor di più il rammarico. Gli stop di Lanciano, Empoli, Cesena e Avellino rappresentavano un enorme opportunità per riavvicinarsi ai piani alti della classifica. Nella prima partita con uno sponsor cucito nel petto, dopo la collaborazione part-time con “La Cascina”, la Robur viene raggiunta al 90’ da una punizione di Di Roberto, ennesima rete incassata da calcio da fermo. Il vantaggio, ad inizio ripresa, lo aveva firmato Giannetti, che proprio in Veneto aveva visto la sua maturazione nel campionato cadetto.

Nel Siena c’è il rientro dal 1’ dopo oltre un mese di Gaetano D’Agostino, che si affianca a Vergassola e Pulzetti. Stessi uomini davanti e in difesa nel solito 4-3-3. Il Cittadella risponde con un abbottonato 3-5-2; gli esterni sono Colombo e Alborno, il tandem offensivo è formato da Di Roberto e Coralli.

Al 3’ Dellafiore anticipa provvidenzialmente Coralli in area piccola dopo un cross velenoso di Di Roberto deviato da Lamanna con la complicità della traversa, poi Busellato vede murare il suo tentativo di sinistro. All’8’ D’Agostino serve Paolucci in area ma l’attaccante si trova in off-side. Al 12’ Alborno dopo un errore senese a centrocampo colpisce male di esterno entrando in area e manda la palla fuori. Al 20’ velenosa traiettoria su palla inattiva di D’Agostino; Di Gennaro ci arriva in due tempi con un pizzico di fortuna. Al 24’ Dellafiore perde palla al limite dell’area ospite, ma il contropiede del Cittadella sfuma su un tiro di Coly deviato da Angelo. Al 26’ Coralli prova al volo dentro l’area, palla alle stelle. Al 29’ fallo gratuito di D’Agostino che si prende un sacrosanto giallo. Al 37’ ci prova D’Agostino da 30 metri a scuotere il Siena, ma la palla non scene abbastanza. Al 38’ finisce fuori il diagonale di Paolucci entrato da destra in area. Al 40’ sassata di Rosina respinta da Di Gennaro, poi D’Agostino manda alto. Al 41’ giallo per Alborno per fallo su Pulzetti. Al 42’ D’Agostino raccoglie un cross respinto effettuato da Angelo, ma il mancino del Mago dà solo l’illusione del gol finendo ad una manciata di centimetri dal palo. Al termine dei 2 minuti di recupero Coly impatta di testa su calcio d’angolo, palla sulla traversa, poi sulla linea e poi nelle braccia di Lamanna.

La ripresa comincia con un cambio; fuori Paolucci e dentro Giacomazzi, con D’Agostino ad agire dietro Rosina e Giannetti. Al 2’ tiro da fuori di Pulzetti di poco a lato. Al 4’ contatto dubbio tra Vergassola e Pecorini in area senese, Ghersini lascia correre. Al 12’ termina alta la punizione di D’Agostino. Al 15’ azione insistita della Robur; prima Vergassola non corregge in rete a porta vuota un cross di Giannetti, poi lo stesso Giannetti infila Di Gennaro sul primo palo con un colpo di testa ravvicinato sul cross di Angelo. Al 19’ cambia Foscarini; fuori Coralli, dentro Dumitru. Al 24’ ci prova D’Agostino da fuori, palla fuori non di molto. Al 28’ fuori Di Donato e dentro Paolucci (solo omonimo del nostro attaccante), il Siena risponde con Valiani al posto di D’Agostino. Al 31’ pericoloso il Cittadella su calcio d’angolo; Sosa impatta da solo in area ma manda fuori. Ultimo cambio per i granata, fuori Colombo e dentro Perez. Al 35’ esaurisce le carte anche Beretta, che richiama Giannetti (applaudito anche dai veneti), al suo posto Rosseti. Nel primo dei tre minuti di recupero Di Roberto trova il pari su calcio piazzato (ripetuto per uscita anticipata di Pulzetti, ammonito), non impeccabile qui Lamanna che prende gol sul proprio palo. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fedelissimo online