Siena-Chievo 0-1: E’ giallo per un gol annullato a Paci

Fa festa il Chievo, la rabbia è tutta del Siena. La squadra di Corini vince in Toscana grazie a un gol di Pellissier e praticamente ipoteca la salvezza. Invece i toscani dovranno soffrire ancora tanto e possono recriminare solo per un gol prima convalidato e poi annullato a Paci. Finisce con la furia di Pozzi, trattenuto a fatica dai suoi dirigenti.

PARTITA BLOCCATA — Nel delicato incrocio salvezza il Siena parte forte, prova a mettere pressione al Chievo con Emeghara che non dà tregua agli avversari. La supremazia territoriale della squadra di Iachini però non crea grandi pericoli, mentre gli ospiti pungono quando ripartono in contropiede. L’importanza della posta in palio “blocca” la partita. Emeghara ci prova di testa e tiene in soggezione la difesa veneta, mentre Rosina si fa vedere un paio di volte dalla distanza ma non riesce mai a sorprendere Puggioni. L’occasione migliore però capita a Dramè che da centro area non riesce a inquadrare la porta, sparando altissimo dopo un’ottima azione. Il Chievo controlla per poi ripartire veloce e al 31’ Cofie spreca una buona occasione.

GOL SALVEZZA — Chi non sbaglia è Pellissier che all’ennesimo contropiede fa centro a pochi secondi dall’intervallo. Bravo Thereau a resistere al fallo di Terzi, altrettanto bravo l’arbitro a dare il vantaggio a centrocampo: il francese serve appena dentro l’area l’ex punta granata che fredda Pegolo con un preciso rasoterra. Il gol era nell’area perché per 45’ il Chievo ha avuto spesso l’occasione per far male con azioni di rimessa, ma ha sempre peccato di precisione nell’ultimo passaggio o al tiro. Il Siena ha fatto la partita senza riuscire a creare molto.

GIALLO AL FRANCHI — Nella ripresa si riparte con le stesse formazioni. La prima mossa è di Iachini: dentro Bogdani per Agra che era partito bene, ma si è spento in fretta. La doppia punta mette spalle al muro il Chievo e Paci trova anche il gol del pareggio. Valeri in un primo tempo convalida, poi annulla su segnalazione dell’arbitro di porta per un fallo del difensore su Cesar. Decisione destinata a far discutere. In tre minuti dal 16’ al 19’ il Siena crea tre palle gol clamorose: ancora Paci obbliga al miracolo Puggioni, poi una girata di Emeghara è deviata in angolo da Dainelli con pallone a fil di palo. Iachini butta nella mischia anche Paolucci che ha subito la palla buona, ma il portiere del Chievo è ancora una volta insuperabile. L’ultima carta nell’assalto finale è Reginaldo. Ma le buone notizie per il Siena arrivano solo dagli altri campi, soprattutto da Catania dove il Palermo pareggia nel derby e i toscani “salvano” il quart’ultimo posto, ma ci sarà ancora molto da soffrire. Praticamente salvo il Chievo con cinque giornate d’anticipo: la certezza matematica potrebbe arrivare domenica contro il Genoa. Un altro miracolo a Verona.

Fonte: Gazzetta.it