SIENA-CHIEVO 0-0

SIENA : Curci; Terzi (27′ s.t. Rosi), Ficagna (45′ s.t. Rossi), Brandao, Del Grosso; Vergassola, Codrea, Fini; Ghezzal; Calaiò (24′ s.t. Jajalo), Maccarone. (Pegolo, Ekdal, Paolucci, Reginaldo). All. Giampaolo. CHIEVO : Sorrentino; Frey, Yepes, Moriero, Mantovani; Luciano, Iori, Bentivoglio (30′ s.t. Marcolini); Pinzi; Bogdani (32’s.t. Granoche), Pellissier (45’s.t. Ariatti). (Squizzi, Mandelli, Sardo, Abbruscato). All. Di Carlo. ARBITRO: Stefanini. SPETTATORI: Paganti: 769 – Abbonati: 8.444 – Spettatori totali: 9.252 – Ospiti 39 NOTE: serata fresca, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Codrea, Ghezzal, Rosi. Recuperi: 2′ p.t.; 4′ s.t.. Due allenatori giovani che adottano lo stesso sistema di gioco. Due squadre speculari che lottano per lo stesso obiettivo. Siena e Chievo sognano di tagliare anche quest’anno il traguardo raggiunto la scorsa stagione, magari con un po’ più di tranquillità. Ma al Franchi, sono i bianconeri a dover fare se non necessariamente quasi il risultato, per un inizio di troppi bassi e un solo alto. Da una parte mister Giampaolo ha una squadra nuova da gestire, meno esperta di quella che era. Dall’altra Di Carlo ha un gruppo collaudato con un’identità ben precisa, che ha sofferto unito per essere dov’è. A fare il trequartista, in maglia bianconera, c’è Ghezzal, davanti alla difesa rientra Codrea. Collante gialloblu è invece Bentivoglio dietro alla coppia formata dall’ex Bogdani (l’altro, Mandelli, è in panca) e Pellissier, bestia nera della Robur, che con il Chievo ha raggiunto a trent’anni la nazionale.
Le prime azioni della gara portano proprio la firma del trequarti clivense: al 5′ crossa dalla destra, Bogdani però non pesca la palla. All’8′ è largo il suo colpo di testa da fuori area. Al 16′ Curci ferma senza problemi un contropiede del Chievo. Non c’è spettacolo, al Franchi, e le possibilità di smuovere il risultato arrivano soltanto dagli angoli. Al 20′ Yepes ci prova di testa su punizione, al 21′ Maccarone sul cross di Terzi, di tacco, non crea problemi a Sorrentino. La gara procede statica senza nessuna azione clamorosa. Si gioca soprattutto a centrocampo, la Robur cerca di fare la partita, ma quando va in avanti trova difficilmente spazio per impensierire Sorrentino. E mentre al 29′ Bogdani non riesce ad approfittare di un brutto rinvio di Curci, allo scoccare della mezz’ora Pellissier si avventa su un cross dalla sinistra, nella stessa azione ci prova poi Luciano, il cui tiro viene ribattuto e alla fine è Iori a concludere alto. Al 37′ su calcio d’angolo, Luciano gira all’indietro di testa, Curci mette in angolo. E’ un buon momento per gli ospiti. La Robur, nel finire del primo tempo, insiste con decisione: al 41′ Vergassola sbaglia una verticalizzazione per Calaiò, al 42′ proprio l’Arciere, sul cross di Terzi, si scontra con Sorrentino, bravo comunque ad anticiparlo. Al 44′ fuori di un niente il tiro dalla distanza del capitano bianconero.
Nella ripresa, senza sostituzioni, il Siena parte subito con il tiro dalla distanza di Ghezzal: Sorrentino blocca senza patemi. Mentre al 2′ Pinzi non riesce a deviare il cross di Frey, al 3′ Del Grosso manda al cielo una punizione guadagnata da Maccarone. All’8′ proprio Big Mac si guadagna gli applausi dell’intero Franchi: riceve da Fini e da solo parte, salta tre avversari e stanco, in area, viene fermato da un difensore clivense. Al’10’, il numero 32, riceve da Del Grosso in area, ma viene anticipato da Sorrentino. Al 14′ Curci anticipa Pellissier, al 16′ l’estremo difensore gialloblu dice di no a Ghezzal che cerca in acrobazia il gol del vantaggio. C’è più Robur in campo e il franco algerino è molto vivace: al 17′ è troppo alto il suo tentativo. Al 21′ Curci evita l’angolo dopo la deviazione di Del Grosso su Luciano. Al 35′ fuori l’affondo di Pellissier, alle stelle due minuti dopo il tiro di Codrea. Il ritmo non è scoppiettante e il Siena, nel suo forcing, fatica a manovrare. Occasionissima per i bianconeri al 38′: Ghezzal si libera in area, non trova il coraggio di concludere, mette palla al centro, ma trova Vergassola impreparato. Il Chievo risponde con Granoche al 40′, Curci devia. Pellissier, al 44′ ha nella testa la palla del vantaggio. Su angolo colpisce di testa il palo. Al 46′ è Codrea che mette in difficoltà Sorrentino: il portiere non trattiene e la sfera va sul legno alla sua destra. Poi recupera. Al 47′ il tiro di Ghezzal trova Jajalo. Finisce a reti inviolate. Per il Siena la seconda vittoria stagionale è rimandata. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line