Siena-Cesena 2-0

SIENA (4-4-2): Brkic, Vitiello, Rossettini, Terzi, Del Grosso; Mannini (dal 35' st Contini), D'Agostino (dal 26' st Vergassola), Gazzi, Brienza; Gonzalez (dal 23' st Angelo), Calaiò. All. Sannino
A disp.: Farelli, Contini, Angelo, Vergassola, Reginaldo, Destro, Larrondo
CESENA (4-3-1-2): Antonioli, Ceccarelli, Von Bergen, Rodriguez, Lauro, Parolo, Guana (dal 14' st Livaja), Candreva, Ghezzal (dal 1' st Malonga), Eder, Bogdani (dal 42' st Djokovic). All. Giampaolo
A disp.: Ravaglia, Ricci, Benalouane, Djokovic, Rossi, Malonga, Livaja
ARBITRO: Rizzoli di Bologna (Giallatini-Rubino/Ciampi)
AMMONITI: 41' pt Rossettini (S), 29' st Candreva (C)
ESPULSI: nessuno
MARCATORI: 9' pt Gonzalez (S), 8' st Calaiò (S)
ANGOLI: 4-5
SPETTATORI: 8.935 (abbonati: 7.623; paganti: 1.312) (Ospiti 482)

Doveva essere una partita da 0-0, vista la propensione difensiva delle due squadre in campo: non lo è stata. Il Siena ne ha segnate due, ha vince il secondo scontro diretto casalingo consecutivo ed è volata a quota 9 in classifica, distaccando i romagnoli di sette lunghezze. Ancora zero le reti subite.

Per lo scontro diretto con il Cesena Sannino ripropone D'Agostino in mezzo al campo, davanti ad affiancare Calaiò, c'è Gonzalez. Giampaolo recupera Bogdani: è lui ad affiancare Eder nel tandem d'attacco. I fatti danno ancora ragione al mister della Robur: l'argentino segna e si danna, serve Calaiò in occasione della doppietta. Nuova stecca per Giampaolo che adesso rischia davvero la panchina.

Prima del fischio d'inizio le due squadre osservano un minuto di raccoglimento in ricordo di Marco Simoncelli, campione di motociclismo morto a ventiquattro anni, questa mattina a Sepang, per le ferite riportate durante il Gran Premio di Moto GP.
 

Brienza mette subito il turbo: al 2' prima ripiega per dare una mano a Del Grosso poi parte in velocità e conquista una rimessa laterale. Al 6' primo corner della gara: Von Bergen chiude su Calaiò. Rischia la difesa cesenate affidandosi alla tattica del fuorigioco. La rete della Robur arriva al 9': Gonzalez parte in velocità e a tu per tu con Antonioli, freddissimo, segna segna il suo primo gol in serie A. Tutti i compagni, compresi quelli della panchina, corrono ad abbracciarlo. Il Cesena risponde al 13' con un tiro potente dalla distanza di Candreva: Brkic para in due tempi. Al 17' un ottimo Guana toglie dai piedi dell'argentino la palla del possibile raddoppio; al 20' Parolo sfiora la traversa con una conclusione dalla distanza: il Cesena prova ad alzare la testa dopo la rete dello svantaggio. Al 22' in Curva la rovesciata di Mannini. Al 23' azione confusa nell'area piccola romagnola: Mannini pesca Calaiò in linea, l'attaccante, pressato da due avversari, aspetta troppo per il tiro, Antonioli recupera. Al 31' bene il portiere ospite sul cross teso di Brienza. Buon momento per il Cesena: al 33' la retroguardia senese spazza via il traversone di Ghezzal, riparte la Robur ma perde palla, sugli sviluppi ancora Candreva centra il palo. Dall'altra parte il diagonale di Mannini esce di poco. Al 39' Calaiò non aggancia sul passaggio in area di Brienza. Altra occasione per il Siena al 40': quattro contro quattro, Mannini dà a Gonzalez che cerca l'ex Reggina: il tiro cross del numero 23 è facile preda di Antonioli. Al 41' ammonito Rossettini: il difensore, diffidato, salterà la trasferta di Novara. La gara è aperta.

Dagli spogliatoi non esce Ghezzal: al suo posto Malonga. E' proprio il nuovo entrato, al 3' a guadagnare il primo angolo per il Cesena: sicuro Brkic. Al 7' punizione per la Robur: batte D'Agostino, sulla barriera, la difesa cesenate respinge corto, Gonzalez recupera palla serve Calaiò che prima di testa centra Antonioli ma sulla respinta non perdona. Al 9' l'argentino cerca la doppietta: al volo, alto il tiro. Al 15' D'Agostino ci prova su punizione e guadagna un angolo, poi dalla distanza, ma mette fuori. Al 27' Brkic anticipa tutti sul lancio di Parolo. Il Siena amministra con tranquillità per poi accelerare in contropiede. Al 34' il traversone di Angelo costringe Antonioli al corner. Al 39' sul cross di Del Grosso, Calaiò viene beccato in fuorigioco. Al 45' corner per il Cesena, nessun problema per Brkic. Romagnoli in avanti, altro angolo, la Robur non riesce a sfruttare il contropiede. Finisce 2-0, con i bianconeri sotto la Curva: bella prova della squadra di Sannino, di carattere e personalità. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line