Siena-Carpi: Le pagelle del Fedelissimo

LAMANNA Poco impegnato ha una sola modesta indecisione sull'incursione di Sgrigna non chiudendo tempestivamente ma l'attaccante emiliano lo grazia con un destraccio da ottima posizione 6

ANGELO L'omino di ferro, protagonista di ben 35 partite continue, mostra qualche crepa. Speriamo sia solo passeggera perché abbiamo bisogno delle sue folate. 6

FEDDAL Sacrificato in un ruolo non usuale cerca di disimpegnarsi con volontà ma sembra più a protezione della difesa che per dare valido contributo in avanti. 6

SPINAZZOLA Lasciato a sorpresa in panca entra nella ripresa e si fa notare per alcuni spunti tipici. Peccato andava sfruttato molto prima su quella fascia. 6,5

CECCARELLI Ordinaria amministrazione.6

BELMONTE Solita prestazione sopra le righe. Non sbaglia quasi niente. il migliore 7

GIACOMAZZI Solita sicurezza e posizione. 6,5

ROSINA  Anche lui, il Vate, mostra qualche piccolissimo cenno di stanchezza. Soprattutto per gli sbagli in una serie di appoggi generalmente banali per uno come Alessandro. Si offre ai palati fini con due belle punizioni sventate dall'ottimo portiere emiliano e con una girata che impatta sulla groppa di un giocatore che  altrimenti finiva in fondo al sacco. 6,5

SCAPUZZI L'oggetto misterioso stecca ancora nonostante gli vengano offerte occasioni più che ad altri. Sembra muoversi meglio poi si spegne come una candela. Fallisce un tap-in da urlo e, per l'ennesima volta, esce senza lasciare un segno tangibile della sua presenza. 4,5

ROSSETI Il centravanti senese ha le polveri bagnate e sembra soffrire “la solitudine dei numeri” 9. Troppo solo davanti. Meglio in appoggio e copertura dove lotta energicamente. 6

VALIANI Il motorino si da un gran daffare come di suo solito. Stasera poco assistito dai compari di reparto troppo fermi cerca di risolvere qualche situazione ma tutto inutile. 6,5

PULZETTI E' stanco. E quando è stanco rischia sempre di combinarne una. Anche stasera si impappina e per poco Sgrigna non ci beffa. Come a La Spezia. Abbiamo bisogno del miglior Nico. Questo è solo la sua ombra riflessa. L'imperativo è: farlo rifiatare! I cambi e le soluzioni ci sarebbero sulla carta.5

RAFA JORDA Incide poco o nulla. Qualche spizzatina. Troppo poco ma del resto questi sono i cambi. 5

THOMAS  Entra ma non può incidere in 5 minuti. SV

COSA VA L'impegno non manca. Cerchiamo di trovare il bandolo della matassa ma oggi era una giornata uggiosa. Una flessione ci sta ma bisognerebbe porci rimedio con qualche turn_ over .

COSA NON VA Non mi piace né la scelta tattica iniziale con Feddal inutile orpello sulla fascia sinistra. Quindi con una tattica estremamente coperta con il solo Sgrigna da controllare. Non condivido i cambi tardivi e non capisco l'ostracismo esasperato a D'Agostino e Schiavone. D'Agostino non ha nemmeno 25 minuti? E' vero che Cappelluzzo ha 18 anni ma ha fatto più lui in 25 minuti giocati che qualche altro al quale gli sono stati concessi almeno 150 minuti. Le rose sono di 25/30 giocatori. Qui da un po' di giornate non sembra. 

Federico Castellani

 Fonte: Fedelissimo Online