Siena-Brescia 2-1

SIENA (3-4-3): Lamanna, Ceccarelli, Belmonte, Giacomazzi, Angelo, Valiani, Pulzetti, Feddal (58’ Fabbrini), Rosina (88’ Schiavone), Spinazzola, Rosseti (78’ Cappelluzzo). A disposizione: Farelli, Vergassola, Fabbrini, Scapuzzi, Morero, D’Agostino, Schiavone, Cappelluzzo, Rafa Jordà. All.: Beretta.
BRESCIA (3-5-2): Cragno, Di Cesare, Freddi, Budel, Zambelli, Benali, Finazzi (65’ Sodinha), Olivera (78’ Saba), Scaglia, Caracciolo, Valotti (45’ Juan Antonio). A disposizione: Arcari, Coletti, Saba, Sodinha, Lasik, Mandorlini, Juan Antonio, Camigliano, Corvia. All.: Iaconi.
ARBITRO: Nasca (Citro-Di Vuolo, Mangialardi).
AMMONITI: Ceccarelli, Feddal, Benali, Rosina, Olivera, Di Cesare
MARCATORI: 44’ Giacomazzi, 62’ aut. Scaglia, 63’ Benali
NOTE: Corner: 5-1. Recupero: 2’, 3’
SPETTATORI: 5.960 di cui abbonati 5058; paganti 902. Ospiti  111

Sblocca Giacomazzi su intuizione di Pulzetti, raddoppia un’autorete di Scaglia dopo uno spunto di Fabbrini appena entrato. E aldilà dell’ingenuo gol preso (Coletti) e della traversa dell’ex Budel sullo 0-0, il Brescia non sfiora mai la rimonta. Sono 18 punti in 8 partite, in attesa del posticipo siamo terzi. Guai a rilassarsi, però. Perché se è vero che a quattro bracciate spunta il salvagente, alla metà di esse c’è il nono posto.

Vista l’assenza prolungata di Dellafiore, oltre ai croati Milos e Papic, Beretta dà ancora fiducia a Ceccarelli nel terzetto difensivo. Torna dalla squalifica Valiani che relega capitan Vergassola alla panchina. Nel Brescia c’è Coletti a far coppia con Caracciolo; l’ex Budel gioca ‘alla Giacomazzi’ e a sinistra c’è Scaglia. Assente Grossi, mentre il terzo ex, Corvia, si accomoda in panchina.

Cartellino giallo record per Ceccarelli per una gomitata su Caracciolo dopo soli tre minuti. La prima conclusione al 14’ è di Caracciolo; rasoiata di sinistro dal limite bloccata da Lamanna. Al 22’ buon guizzo da sinistra di Spinazzola, ma sul suo cross esce bene Cragno che blocca la sfera. Trenta secondi dopo ancora Spinazzola ubriaca Freddi, sterza sull’esterno ma angola troppo il tiro ad incrociare sul secondo tempo; è la prima vera palla gol della gara. Al 27’ Feddal rimedia il giallo per una trattenuta a centrocampo. Al 28’ Caracciolo è libero in area ma il suo colpo di testa è facilmente bloccato da Lamanna. Al 32’ giallo pure a Benali che trattiene Rosina. Al 41’ Brescia vicino al gol: Caracciolo serve Budel a sinistra e il suo mancino si stampa sulla traversa; decisiva forse una leggera deviazione di Lamanna. Al 44’ Robur in vantaggio; Pulzetti va via sulla fascia e mette in mezzo, sul primo palo si avventa Giacomazzi che di testa brucia difesa e portiere: 1-0!

Nella ripresa Juan Antonio, entrato al posto di Valotti, fallisce un rigore in movimento sparando alle stelle dopo un buono spunto di Scaglia. Al 6’ l’illuminante colpo di testa di Rosina a centrocampo lancia Pulzetti, che entra in area e con un collo destro fa tremare la traversa. All’8’ il tiro al volo di Spinazzola termina fuori di pochissimo. Al 13’ fuori Feddal e dentro Fabbrini. Al 17’ la Robur raddoppia: Rosina trova libero in area Fabbrini che si porta la palla sul sinistro e tira; Cragno è superato, la sfera uscirebbe ma Scaglia la spinge dentro. Un giro di orologio e il Brescia si rifà sotto: Benali su tacco di Juan Anttonio chiude un batti e ribatti in area e accorcia le distanze. Al 20’ proprio Benali lascia il posto a Sodinha. Al 24’ fuori di poco la punizione di Rosina. Al 26’ giallo a Rosina che interrompe una ripartenza di Olivera. Nel giro di un minuto ammoniti Olivera per un brutto fallo su Fabbrini e Di Cesare saltato da Rosina. Al 31’ non scende abbastanza la forte punizione di Rosina. Al 33’ doppio cambio: per il Siena Cappelluzzo rileva Rosseti, nel Brescia Saba sostituisce Olivera. Al 43’ standing ovation per Rosina, rimpiazzato da Schiavone. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fedelissimo online