Siena-Bologna 1-1

SIENA (3-5-2): Brkic, Rossettini, Terzi, Contini, Vitiello, Gazzi (dal 20' st Bolzoni), Vergassola, D'Agostino, Rossi, Brienza (dal 30' st Grossi), Destro (dall'11 st Bogdani). All. Sannino
A disp.: Farelli, Pesoli, Grossi, Bolzoni, Mannini, Bogdani, Larrondo

BOLOGNA (3-4-2-1): Agliardi, Raggi, Portanova, Antonsson, Kone, Perez (dal 6' st Garics), Taider, Morleo, Ramirez (dal 15' st Di Vaio), Diamanti (dal 42' st Belfodil), Acquafresca. All. Pioli
A disp.: Stojanovic, Garics, Loria, Cherubin, Rubin, Di Vaio, Belfodil

ARBITRO: Calvarese di Teramo (Giallatini-Musolino/Cervellera)
AMMONITI: 23' st Vergassola (S), 29' st Vitiello (S), 36' st Rossi (S)
ESPULSI:
MARCATORI: 7' st Destro (S), 24' st Diamanti (B)
ANGOLI: 5-2
SPETTATORI: 9011 (abbonati: 7623; paganti: 1388, ospiti: 475)

Un gol per parte, un punto per parte che avvicina Siena e Bologna alla salvezza. A un rapace Destro risponde Diamanti con una bellissima punizione. I bianconeri, con la sconfitta del Lecce si portano a +8 dalla zona retrocessione e una partita in meno fa giocare.

Nella formazione iniziale mister Sannino sceglie la difesa a tre con Rossettini, Terzi e Contini. Esterno sinistro di centrocampo Rossi: Del Grosso riposa in tribuna. Brienza rimane davanti, a fianco di Destro. Pioli punta su Taider per sostituire l'infortunato Mudingayi e su Acquafresca anziché Di Vaio.

La gara inizia con il coro dei tifosi ospiti “Forza al Siena, forza al Bologna” e con il Franchi tutto a cantare “Chi non salta Fiorentino è”. In campo, invece, i ritmi sono blandi: nei primi dieci minuti di gioco non un'azione degna di nota. L'unico timido tentativo è di Morleo (7') che Contini neutralizza senza problemi. Al quarto d'ora spunto ospite, con Acquafresca che ben appostato in area non aggancia. Applausi per la Robur al 17': Kine è costretto a deviare in angolo il cross di Rossi. La prima vera occasione però, un minuto dopo: Terzi di piattone mette fuori dall'area piccola a tu per tu con Agluardi. I bianconeri prendono pigolo e al 20' a mettere in difficoltà la retroguardia rossoblù è ancora Rossi: di nuovo corner. Fuori al 21' il colpo di testa di Gazzi. Al 23' bell'azione di Rossi: il numero 21 stoppa di petto e tira una gran cannonata, fuori. Applausi per lui. Sul rovesciamento Ramirez, dopo aver recuperato palla a centrocampo, parte a gran carriera, Rossettini arresta la sua corsa, prima del passaggio ad Acquafresca. Al 28' Brienza, in velocità, serve D'Agostino, atterrato da Taider: punizione per la Robur, batte il Mago in porta, Agliardi para in due tempi. Al 31' è invece Ramirez a battere una punizione: spazza via il numero 10 della Robur. Al 36' Brkic sicuro su Diamanti che prova a seguire Acquafresca. Al 45' Destro non approfitta della respinta di Agliardi sulla botta di D'Agostino, l'attaccante prova a servire Gazzi, ma il centrocampista viene anticipato. Sugli sviluppi ci prova ancora Terzi, deviazione e nuovo angolo. Alla fine è fuori il colpo di testa di Destro.

E di Destro, al 4' della ripresa, è il primo affondo bianconero: la sua conclusione va sull'esterno della rete. L'attaccante non sbaglia al 7': dalla bandierina D'Agostino pennella la palla perfetta, Gazzi allunga, il numero 22 anticipa Raggi e mette a segno la decima rete stagionale. Il Bologna prova subito a reagire, ma è sul fondo la punizione di Diamanti al 9'. Tempo di segnare che Destro è costretto a uscire (probabilmente per un problema alla coscia), al suo posto Bogdani. Al 18' alta l'incornata di Acquafresca. Va invece a centro al 24' la splendida punizione di Diamanti: per il rossoblù la settima perla in campionato, per la squadra di Pioli un gol che vale un pareggio d'oro. Al 37' ammonizione per Rossi: diffidato, sarà squalificato per Siena-Milan. La gara finisce come era iniziata, senza emozion, con il Franchi che applaude Sannino. Il Siena raggiunge quota 43, il Bologna 42, altri piccoli passi verso la salvezza (matematica). (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line