SIENA-ATALANTA: Le pagelle di Giovanni Pellicci

Pegolo 6: lanciato a sorpresa al posto di Curci è bravo (e fortunato) nel finire del primo tempo sulla conclusione centrale di Acquafresca. Non può nulla sul colpo di testa ravvicinato di Tiribocchi e sul rigore dell’ex cagliaritano. Ma le colpe non sono sue.

 

Rosi 5: non riesce a disimpegnare un pallone che per poco Acquafresca non trasforma in gol prima del riposo. Tanti altri piccoli errori sia in fase difensiva che in quella di spinta, dove conferma poca qualità anche al cross.

 

Terzi 5: rileva Brandao al centro della difesa colpendo uno sfortunato palo in avvio di gara. In copertura però lascia centimetri pericolosi all’attacco bergamasco che, specie nel secondo tempo, fa il bello e il cattivo tempo.

 

Ficagna 4,5: non reperibile sul vantaggio di Tiribocchi, si riscatta poco dopo salvando sulla linea una conclusione dell’ex cagliaritano Acquafresca. Poi è tremendamente ingenuo nell’occasione del fallo da rigore che condanna la squadra al ko.

 

Rossi 4,5: preferito a Del Grosso e Garofalo sull’esterno sinistro si limita al compitino con qualche ingenuità. Poi arriva il gravissimo errore che innesca l’azione del rigore di Acquafresca e spiana la strada all’Atalanta (dal 35′ st Del Grosso sv: fa in tempo a beccare un giallo).

 

Reginaldo 5: impacciato ed incerto, non spinge con costanza e in fase di copertura commette disattenzioni pericolose (dal 9′ st Paolucci 5 parte dalla panchina e quando entra ha la clamorosa occasione di riaccendere una gara in salita. Ma dal dischetto si fa ipotizzare da Consigli).

 

Vergassola 6: presenza numero 200 in bianconero per il capitano. Meritava un domenica diversa per celebrare un grande traguardo.

 

Genevier 6: prova a dare ordine alla manovra e quando prova il tiro dalla distanza è decisamente pericoloso. Sicuramente tra i più positivi in una domenica da cancellare (dal 24′ st Jajalo sv: svirgola un buon pallone).

 

Fini 5: timido sulla fascia sinistra: specie per la sua esperienza deve fare molto di più.

 

Maccarone 5: ci mette la solita voglia e, specie nel primo tempo, sembra anche ispirato. Poi anche lui affonda con tutta la squadra.

 

Calaiò 5: netto passo indietro rispetto alla gara con il Grosseto. La voglia e l’intensità non sembrano le stesse e finisce spesso con l’essere anticipato dai difensori avversari. Con il tridente schierato nella ripresa finisce col pestarsi i piedi con i compagni di reparto.

 

Allenatore Baroni 5: pettorina gialla ancora indosso dà fiducia al gruppo con cui ha conquistato il primo successo con il Grosseto osando anche troppo nel rivoluzionare la squadra con 5 nuovi innesti. Nella ripresa il tridente è la mossa della disperazione ma tatticamente la squadra finisce col fare ancora più confusione.

 

Giannoccaro 6: ineccepibile il rigore concesso per il fallo di Ficagna su Acquafresca. E’ generoso per quello su Maccarone poco dopo ma non serve alla causa.

 

Atalanta (4-4-2)

Consigli 7 – Garics 5,5, Bianco 5,5, Peluso 5,5, Bellini 6 – Ceravolo 6,5, Caserta 6, De Ascentis 6, Padoin 6 – Acquafresca 6, Tiribocchi 6,5.

Fonte: Fedelissimo Online