Siena, ancora una sconfitta: la Pro Patria passa nei minuti finali

Prosegue la “maledizione” del 'Rastrello' per la Robur Siena che perde 0-1 contro la Pro Patria per effetto di una rete negli istanti finali di Kolaj. La marcatura dei bustocchi arriva al termine di un'azione su cui l'arbitro lascia correre a seguito di un contatto dubbio tra Cesarini e un avversario. Forti le proteste dei calciatori bianconeri che vengono infilati dall'attaccante ospite. Prestazione comunque non convincente da parte dei bianconeri, i quali sono adesso attesi dall'insidiosa trasferta di Monza. 

POCHE EMOZIONI – A cercare di scuotere una prima frazione di gioco senza particolari sussulti ci pensa Boffelli. Il difensore della Pro Patria, al 18', dagli sviluppi di un corner spaventa Confente con un tiro sull'esterno della rete. Al 37' rispondono i bianconeri con Guidone, ben imbeccato da Cesarini l'attaccante calcia su Tornaghi che para. L'ex Vis Pesaro si fa vedere anche quattro minuti dopo con una conclusione alta sulla traversa. Nel finale della prima frazione brivido per il Siena con Galli che, a centro area, non riesce a trovare la porta. Al riposo si va sul parziale di 0-0, punteggio giusto alla luce di una situazione bloccata da una parte e l'altra del campo. Bustocchi che insistono parecchio sul lato sinistro del campo, mentre i toscani si affidano all'estro di Cesarini per le proprie manovre offensive.

POLEMICHE FINALI – Tre minuti dopo l'avvio della ripresa punizione dai quindici metri per i lombardi con Le Noci che non inquadra la porta, stessa sorte poco dopo per Bertoni che non riesce a pescare il jolly dal limite. La Robur Siena risponde con Oukhadda che impegna Tornaghi, sulla respinta acrobazia di Guidone che manda alto. La situazione non si sblocca e Dal Canto opera tre sostituzioni: dentro Polidori, Guberti e Setola. Al 38' st Confente salva il risultato con un buon riflesso sul neo entrato Parker, idem dal lato opposto con Tornaghi reattivo su un tentativo di Arrigoni. Per cambiare il punteggio serve un episodio. Nei minuti finali valutazione discutibile del direttore di gara che non ravvisa un fallo a centrocampo lasciando correre, la difesa bianconera viene presa in controtempo dal provvedimento dell'arbitro con Kolaj che infila alle spalle di Confente al termine di un'azione veloce. Per i toscani è la terza sconfitta interna su altrettante gare.

ROBUR SIENA (3-5-2): Confente; D'Ambrosio, Varga (23' st Setola), Baroni; Oukhadda (46' st Ortolini), Arrigoni, Bentivoglio (46' st Ortolini), Serrotti (23' st Guberti), Migliorelli; Guidone (23' st Polidori) , Cesarini. A disposizione: Ferrari, Romagnoli, Buschiazzo, Panizzi, Da Silva, Andreoli, Gerli. All. Alessandro Dal Canto

PRO PATRIA (3-5-2): Tornaghi; Battistini, Lombardoni, Boffelli; Cottarelli, Fietta (1' st Colombo), Bertoni, Ghioldi (29' st Masetti), Galli (43' st Kolaj); Le Noci (43' st Kolaj), Mastroianni (32' st Parker). A disposizione: Angelina, Marcone, Molnar, Pedone, Brignoli, Spizzichino, Molinari, Ferri. All. Ivan Javorcic

ARBITRO: Eduart Pashuku sez. di Albano Laziale (Pappagallo-Cubicciotti)

MARCATORI: Kolaj al 45' st.

AMMONITI: Battistini al 30' pt, Fietta al 47' pt, Bentivoglio al 13' st, Bertoni al 31' st.

NOTE: Terreno di gioco in condizioni non ottimali causa pioggia. Spettatori 2361 di cui 1971 abbonati e 300 paganti per un incasso globale di 15.416 euro. Angoli: 3-2 per . Recupero: 2 pt, 4 st.