Siamo tutti allenatori…..

E due. Alle sconfitte casalinghe rispondiamo con altrettante vittorie esterne. Meno male. Tatticamente si cambia ancora. Al Granillo un inedito 3-4-3. Nel senso: tre difensori con un centrocampista davanti a proteggere, una fascia mediana con tre centrocampisti, un fantasista dietro le due punte. Schematizzando alla fine un 3-4-1-2 variabile. Una via di mezzo fra coprirci ma comunque dare supporto in avanti. E’ bene precisare che al Granillo abbiamo trovato un avversario con evidenti difficoltà ma le buone squadre si vedono quando sfruttano a dovere le differenze di forza. Come oggi. Buona prova del complesso: finalmente un po’ di corsa in più grazie al motorino Valiani e più peso là davanti. Nota lieta la prestazione di Matheu che da oggetto misterioso sembra non essere da meno di altri suoi compagni di reparto più usati nel corso del torneo attuale. Confortante. Altra nota lieta la prova di Rosseti: più volte ho ribadito che potrebbe essere il nostro ariete per prestanza fisica e corsa. L’unica vera prima punta della rosa. E a costo zero. Buon per noi. Inoltre sopperisce a prove scialbe sia di Giannetti che di Paolucci che sembrano in calo psico-fisico. Su Rosina, determinante in questa categoria, sono sempre più convinto che non è né esterno né punta. E’ un italico folletto anarchico e impertinente con grandi numeri e che ci esalta ogni giorno di più. Restano alcune zone d’ombra soprattutto nella fascia sinistra dove Milos come Grillo continuano ad offrire prove diligenti ma mai sopra le righe. Con Giannetti un po’ spompato quella fascia è poco e male usata. Ci resta il binario di destra. Purtroppo quando qualche allenatore accorto ci chiude quella fascia siamo costretti a imbottigliarsi al centro e si diventa lenti, prevedibili e barocchi. Aspetto da Schiavone qualcosa di più: ha buon tiro e buone geometrie ma per il momento sembra defilarsi e non risulta mai in grado di organizzare la manovra. Lamanna sembra un po’ migliorare ma si alleni a rilanciare: con i piedi è un vero disastro. Forza Siena Forza la ROBUR

Federico Castellani

Fonte: Fedelissimo online