Siamo tutti allenatori……..

Inimmaginabile ROBUR! Partiti per uno dei templi sacri del calcio nazionale nessuno si sarebbe aspettato una prova così gagliarda delle seconde linee. Per di più contro una formazione di categoria superiore che schierava anch’essa le famose seconde linee. La prestazione ha avuto due momenti distinti: attendisti e guardinghi nel prima fase, arrembanti in un crescendo atletico e caratteriale della ripresa e tempi supplementari. I ragazzotti bianconeri guidati da un tarantolato Valiani hanno così espugnato il mitico Dall’Ara e a 20 secondi dalla fine. Come a Modena. Per i pochi  infreddoliti tifosi al seguito è stata una classica serata da ricordare. Le note positive sono state una condizione atletica che farebbe ben sperare, un carattere e una professionalità esibita contro una squadra presuntuosa e svogliata. Il successo non fa grinze! Due reti un palo e almeno due nitide occasioni per chiudere anzitempo la sfida. Su tutti Valiani. Il nostro Furino per chi ha memoria. Di qua di là sotto sopra, rete. Forse alle volte un po’ arruffone ma quanta corsa quanta dedizione quanta abnegazione!. Merita un posto fisso e lo dico senza ombra di smentite. Infine la piacevole sorpresa del giovanissimo Rosseti che entra e si batte svolgendo il suo compito di ariete alla perfezione. Senza geometri diventa imprescindibile un suo impiego quando si deve giocare con i rilanci a scavalcare. Mi è piaciuto anche Farelli sempre pronto reattivo e inoltre con un gran calcio in grado di rilanciare. Infine Feddal che si scopre un buon cursore di fascia che potrebbe essere valida alternativa ad una fascia sinistra un po’ deficitaria. Fra le uniche ombre annotiamo Scapuzzi per ora oggetto misterioso che vaga senza incidere mai, un diligente ma approssimativo Mannini e ancora un poco incisivo Milos. Ma ci sarà tempo per altre verifiche. In attesa del brasiliano Thomas fermo ai box per infortunio.

Avanti così magica ROBUR.

Forza Siena forza la Robur.

Federico Castellani

Fonte: Fedelissimo Online