Settimana decisiva per le comproprietà

Entro venerdì p.v. le società dovranno trovare un accordo per i giocatori in compartecipazione  evitando così il ricorso all’offerta in busta.

Il Siena, come è noto, è chiamato a risolvere alcune situazioni importanti, vediamo quali e quale sarà, probabilmente, la strategia che verrà seguita.

PARMA

Per Galoppa e Reginaldo, dopo due stagioni in compartecipazione, si dovrà trovare forzatamente la definitiva destinazione.

Il Parma intende riscattare il centrocampista affermatosi con la maglia bianconera ed è prevedibile una soluzione che vedrà Galloppa in maglia crociata e il cartellino di Reginaldo definitivamente alla Robur, con conguaglio a favore del Siena.

ROMA

Rosi: Si dice che la Roma voglia riscattare l’esterno che tanto piaceva a Malesani, non dovrebbe essere difficile trovare un accordo in questo senso. Non è da escludere la possibilità che Perinetti individui un’eventuale contropartita tecnica nel vasto parco giocatori di cui dispone la Roma anche se, questa ipotesi, sembra essere al momento lontana.

JUVENTUS

Paolucci: il giocatore pagato 3,5 mln per la metà del cartellino è reduce da due stagioni in cui ha svolto lo scomodo ruolo di spettatore non pagante. Penalizzato da un contratto oneroso, e non solo per il Siena, non suscita interesse in nessuna delle due società e Giorgio Perinetti sarà chiamato ad un difficile compito per evitare il ricorso alle buste che, quasi sicuramente, vedrebbe il calciatore rimanere in carico al Siena.

BARI

Con la società pugliese sono ben quattro le comproprietà che dovranno essere definite.

Ghezzal: il Siena sembra essere orientato a non riportare in maglia bianconera l’esuberante franco-algerino e sarà sufficiente non indicare alcuna cifra diversa da  zero affinché il calciatore rimanga dove ha disputato l’ultima stagione, ovvero a Bari.

Belmonte: il difensore potrebbe essere uno degli elementi che potrebbero far comodo alla causa bianconera ed è prevedibile che il Siena cercherà di strapparlo al Bari. Su Belmonte c’è il forte interessamento del Parma. Difficile prevedere un accordo, più probabile il ricorso all’offerta in busta chiusa.

Kamata e Carobbio: per i due giocatori che hanno contribuito a riportare il Siena in serie A, sarà seguita la stessa strada prevista per Ghezzal, con la differenza che, in caso di assenza di offerte da parte di ambedue società, il cartellino dei due giocatori passerebbe integralmente al Siena.

VICENZA

Sestu: imprevedibile come finirà questa trattativa. Il giocatore ha disputato un buon campionato ma non conosciamo quali sono le intenzioni della società e di Sannino. Da segnalare che il Vicenza, stando ad alcune indiscrezioni, sarebbe interessato a Domenico Danti, rientrato dal prestito alla Reggina e che potrebbe rappresentare una importante pedina di scambio.

FROSINONE

Sansone: l’ex della Valle del Giovenco dopo due campionati in crescendo è al centro degli interessi di molte squadre della serie cadetta e della massima serie. Anche in questo caso è difficile prevedere quale sarà il suo futuro, tutto dipenderà dalla valutazione tecnica che gli uomini mercato e l’allenatore del Siena daranno su Sansone dopo l’ottimo campionato disputato in Ciociaria.

VERONA

Mancini: è stato uno degli uomini più positivi del Verona ed è ipotizzabile che la società scaligera voglia tentare di trattenerlo in Veneto.

BARLETTA

Lucioni: il giovane difensore (1987) ha disputato un’ottima stagione tra le fila dei pugliesi, ma è difficile capire quale sarà la strada che seguirà il Siena. (nn)

Fonte: Fedelissimo Online