Serie B: il punto sulla ventitreesima giornata di Paolo Soave

La grande gelata. Le prime della classe rallentano ancora. Meglio: il campionato resta aperto e incerto. C'è spazio per tutti, volendo. La ventitreesima giornata snocciola ventisei reti per sei successi casalinghi, tre pareggi e altrettante vittorie in trasferta.

Rosina ci crede. E noi? Il nostro “fenomeno” decide che si debba superare il Novara, poco ispirato ma pur sempre in grado di tenerci in apprensione fino alla fine. Ci si mette anche la sfiga: senza Plasmati, che si immola a freddo cercando di agganciare una palla vagante, Rosseti è atteso da un girone di ritorno massacrante. Fa male vedere Giannetti con un'altra maglia nella medesima categoria, soprattutto se il sacrificio non è giustificato ed accompagnato, come non è, da uno straccio di visione per il futuro. L'idea stadio per il momento è poco più che una chiacchiera da bar, mentre dovrebbe essere ispirata da una qualche capacità imprenditoriale. Resta la squadra, e non è poco: rimasti in pochi sugli spalti del Rastrello, stringiamci a coorte attorno alla Robur.

Non si fanno male le prime le migliori del campionato. Al Castellani nel big match di giornata posticipato l'Empoli ringrazia Claudio Terzi che agevola Tavano in occasione dell'1-1, dopo che pochi minuti prima Lafferty aveva sfruttato una ribattuta per siglare il momentaneo vantaggio. Conferme: l'Empoli cerca sempre di giocare a calcio; il Palermo specula sui colpi di qualità, ma spesso, come in questo caso, la difesa disfa quanto di buono fatto dall'attacco. C'è poi anche la traversa di Troianiello ad accrescere il ramarico per il mancato allungo rosanero.

Frena l'Avellino, fermarto al Partenio dall'ottimo Latina. I nerazzurri, piuttosto sparagnini, passano sorprendentemente in vantaggio con Cottafava che sfrutta di testa un corner. I lupi continuano a far gioco ma il sacrosanto pari giunge in extremis con Ciano. Paolucci e Jonathas falliscono buone occasioni, mai come quella che al 93° capita a Castaldo.

Continua la corsa piuttosto regolare del Cesena, che supera in casa il Crotone grazie al tap in di Rodriguez nella ripresa sugli sviluppi di un corner. Il migliore dei romagnoli è sempre D'Alessandro. Calabresi severamente puniti nonostante l'ottima prestazione. Sarebbe andata meglio se Pettinari ancora una volta non avesse sbagliato l'incredibile.

Che succede al Pescara? Ancora una sconfitta per i delfini, superati in casa dal Trapani al termine di una partita decisamente no. I padroni di casa, trascinati da Ragusa, uno dei giocatori tecnicamente più dotati del torneo, costruiscono come al solito e colpiscono anche due legni. Se la prendono anche con l'arbitro che nega un probabilissimo rigore ed espelle Rizzo. Il Trapani, privo del bomber contropiedista Mancosu, sta a guardare finchè nella ripresa Gambino si invola e beffa Belardi incrociando sul palo lungo: bello e decisivo.

Solo un pari per lo Spezia in casa contro il fanalino di coda Juve Stabia. Le vespe passano in vantaggio con bella parabola piazzata di Falco, recente acquisto, sul quale Leali fa quel che può. I liguri hanno un potenziale notevole, ritoccato con un mercato riparatorio ambizioso. Il nostro Niccolò potrebbe anche regalare il successo dopo il pari colto dal solito Ferrari su rigore.

Il Brescia raddrizza la partita col Bari nella ripresa, dopo che i galletti avevano chiuso in vantaggio la prima frazione di gioco con Sciaudone che aveva approfittato di un erroraccio difensivo. Bergodi, che ha un Olivera in più dopo il mercato, getta nella mischia Corvia e ne trae indubbio profitto: dalle sue giocate scaturiscono due penalty trasformati da Sodinha e Saba. Permane la contestazione del pubblico del Rigamonti.

E' seria la crisi del Varese, che ne becca quattro a Modena. E dire che i canarini non gioivano in casa per un successo da tre mesi. Apre Zoboli, poi nella ripresa colpiscono anche Rizzo (gran rete), Babacar (rigore procurato da una plateale trattenuta di Grillo) e Molina. Per i lombardi salva la bandiera Rea ma è come se non fossero scesi in campo, tanto che i tifosi giunti al seguito  abbandonano anzitempo il Braglia.

Sta risalendo la Ternana di Tesser, vincente al Liberati contro il modesto Cittadella. Partita a senso unico. Le fere sfruttano sempre i corner: Litteri di testa e Antenucci (undicesimo centro per il capitano) in ribattuta finalizzano al meglio le palle inattive. I veneti ridotti in dieci accorciano con Perez.

L'incubo del Padova si chiama Carpi: nell'attesa che si consumi la querelle relativa all'incompiuta gara di andata gli emiliani prendono a schiaffi i veneti, riscopertisi abulici anche sotto la guida di Mutti. Protagonista il signor Gavillucci da Latina, che commina tre rigori, discussi ma non scandalosi. Dal dischetto Sgrigna spiazza Mazzoni, subito dopo è Musacci sempre dagli 11 metri a ripristinare il pari. Nella ripresa però l'ex Colombi non si fa fregare di nuovo da Musacci e improvvisamente finisce la partita dei veneti. Pasciuti infila fra le gambe di Mazzoni la palla del nuovo vantaggio ospite, poi dopo l'espulsione del neo acquisto patavino Di Matteo Lollo incrocia con uno splendido pallonetto che chiude la contesa. Finale beffardo per i padroni di casa col sigillo dell'ex poco amato Ardemagni, acquisto di lusso messo a disposizione di Vecchi. Il Carpi c'è, il Padova non c'è mai stato.Altro successo per la Reggina sorprendentemente rivitalizzata dal duo Gagliardi-Zanin. A decidere la sfida del Granillo contro il Lanciano è Barillà, prelevato dalla Sampdoria, che di testa su cross di Sbaffo insacca. Speranze per i calabresi.

La ventiquattresima si apre venerdì prossimo con Lanciano-Cesena alle 20,30. L'indomani ad orario canonico vanno in scena Bari-Siena, Carpi-Spezia, Cittadella-Modena, Crotone-Pescara, Juve Stabia-Reggina, Palermo-Padova, Ternana-Avellino, Trapani-Empoli, Varese-Latina e lunedì a chiudere, ore 20,30, Novara-Brescia. I galletti appaiono piuttosto spennati, ma giocano pur sempre un bel calcio, egregiamente ispirato da Galano. Di certo i nostri baldi se la vorranno giocare al meglio (paolo soave).

Fonte: Fedelissimo Online