SERATA SPECIALE PER FINI, TRA TANTI FISCHI E APPLAUSI E DEL GROSSO

 

Un assist, tanta emozione, qualche fischio, ma anche molti applausi, per Michele Fini un giorno particolare, vissuto di fronte ai suoi ex tifosi. Per il centrocampista di Sorso i tre punti suonano come una liberazione dopo una settimana vissuta non proprio serenamente.

Le lacrime e un groppo in gola lasciano spazio a tanta fierezza:

«Più emozionato o più felice? Tutti e due», ammette, «è stato bello ritornare qui. Che cosa ha influito? Penso la nostra voglia, ma anche alcuni episodi in occasione dei calci piazzati. Il Cagliari ha mostrato qualche disattenzione e noi siamo stati bravi a segnare. Il campo non ci ha aiutato, ma a soffrire di più le condizioni del terreno di gioco è stato soprattutto il Cagliari».

Fini non boccia i suoi ex compagni:

 «È presto per dare giudizi, sia noi che loro dobbiamo migliorare».

Fini è felice a Siena: «Non rimpiango nulla, a Cagliari sono stato bene, ma sono contento di giocare per questa nuova società. Mi hanno voluto e cercato con insistenza. A Siena mi trovo molto bene». Poi l’abbraccio del figlio e la corsa verso Sorso insieme al cognato: la notte sarda per non è mai stata così bella.

Giornata da ricordare anche per Cristiano Del Grosso, altro ex di turno, per la prima volta da avversario al Sant’Elia (nello scorso campionato non aveva giocato):

«Bello ritornare qui, dove ho passato due anni importanti che mi sono serviti parecchio. Sì, il successo è meritato, anche perché il Siena ha messo più cuore, lottando su ogni pallone. (fe.fo. – Unione Sarda)

Fonte: Fedelissimo Online