SENZA UN PROGETTO PARRI RIFIUTERA’

Se la confusione che regna intorno al Siena si trasformasse in punti, potremmo ambire, nonostante la classifica, ad una qualificazione Champions.

Bene a fatto la squadra ad andare in ritiro, lontano dalle voci e dalle indiscrezioni che sono ormai diventate pane quotidiano per chi vive con passione e partecipazione il mondo Robur.

In questi ultimi giorni si è molto parlato di un probabile avvicendamento ai vertici societari, ma le notizie trapelate non ci hanno consentito di capire le strategie o il progetto – ammesso che ci sia –  alle spalle di questa mossa.

Con il passare delle ore l’ipotesi di un avvicendamento tra Stronati e Parri, appare sempre più remota ed una indiscrezione di queste ultime ore riferisce che sia, almeno momentaneamente, tramontata.

In effetti, nonostante gli sforzi, non riusciamo a capire i motivi che avrebbero potuto indurre il costruttore senese ad accettare un ruolo così importante e in un momento tanto delicato, senza avere alcuna delega.

Avrebbe avuto una logica solo se questa mossa fosse stata preceduta dalle dimissioni in blocco dell’intero CdA del Siena e dalla successiva nomina di uno nuovo, totalmente o parzialmente diverso nei suoi componenti.

A quel punto sarebbe stato importante individuare chi avrebbe ricoperto la carica di amministratore delegato, che per ovvi motivi non poteva essere Giovanni Lombardi Stronati,  ma una figura che potesse offrire le dovute garanzie alla proprietà, alla minoranza senese e alla stessa banca.

Solo dopo questi passaggi Parri, o chiunque altro, avrebbe preso in seria considerazione la candidatura a presidente del Consiglio di Amministrazione dell’AC Siena Spa.

Queste ipotesi, ovviamente, avrebbero dovuto rappresentare il primo passo di un progetto ben preciso e indirizzato verso il raggiungimento di un diverso assetto societario in cui, la parte senese dell’azionariato, avrebbe raggiunto un maggiore peso specifico.

Ma il tutto  resta nel campo dell’ipotesi e niente lascia prevedere che, a breve, possa succedere qualcosa che ribalti la piatta e confusionaria realtà che stiamo vivendo. (nicnat)

Fonte: Fedelissimo Online