Se il Siena non è il Real Madrid, il Lecce non è il Barcellona

 

Il Lecce sa che con il Siena servono i tre punti e società, allenatore e squadra stanno caricando la partita.

Mister Cosmi ha dichiarato che il Siena è una buona squadra, guidata da un valido tecnico e che sta attraversando un ottimo momento, ma anche la compagine senese ha dei limiti visto che non è il Real Madrid.

Gli fa eco Massimo Oddo:

“Quella di domenica contro il Siena è una gara decisiva, fondamentale, che dobbiamo vincere a tutti i costi, faremo una grande prestazione".

Niente da dire, visto da parte leccese il discorso non fa una piega, ma il calcio non è fatto di parole e quello che contano sono i risultati ottenuti sul campo.

L’impegno nel Salento è difficile e dobbiamo aspettarci un ambiente per niente disponibile.  Sugli spalti, stando alle cronache, sarà una bolgia,  in campo una lotta sul filo dei nervi in cui sarà determinante non perdere la lucidità.

Tante volte la Robur è stata chiamata a disputare “la partita della vita”, a volte è andata bene, altre meno, a dimostrazione che al di là dell’attesa che viene creata alla fine sempre di una partita di calcio si tratta.

E il Siena è questo che dovrà fare, la sua partita, con la solita grinta, con maggiore determinazione perché se è vero che la Robur non è il Real Madrid, è altrettanto vero che il Lecce non è il Barcellona.

Fonte: Fedelissimo Online